Wearable: Fitbit cerca il rilancio con l’acquisizione di Pebble?

Fitbit e pebble

Voci di acquisizione intorno a Pebble, l'azienda che nel lontano 2012 quasi inventò il mercato degli smartwatch lanciando su Kickstarter il progetto che portò poi allo sviluppo e alla commercializzazione del prodotto omonimo con schermo e-ink. Ad acquisire Pebble potrebbe essere Fitbit, che attualmente è uno di nomi principali del settore wearable ma con una forte connotazione lato fitness.

L'acquisizione sarebbe motivata proprio dalla volontà di Fitbit di ampliare il proprio raggio d'azione, andando oltre un segmento ormai considerato a poco valore aggiunto come quello dei prodotti fitness più semplici. Di recente l'azienda ha lanciato alcuni prodotti, anche molto apprezzati, che sono a metà tra il fitness tracker e lo smartwatch. Per un vero cambio di passo servono però maggiori competenze, da acquisire in tempi possibilmente brevi.

Da qui l'idea di assorbire quelle di Pebble. Quest'ultima non versa in ottime condizioni, a quanto pare, ma secondo gli osservatori il suo non è un problema tanto di tecnologie quanto di successo sul mercato. Fitbit potrebbe acquisirla e usare le sue competenze per sviluppare un nuovo sistema operativo da smartwatch "vero", che potrebbe essere meglio in concorrenza con iOS.

A fare le spese dell'acquisizione sarebbero probabilmente i prodotti a marchio Pebble. Ma questo - purtroppo per Pebble - non sarebbe un grande problema perché l'azienda ha avuto difficoltà a portare sul mercato gli ultimi annunci e anche i riscontri del pubblico vengono giudicati tiepidi.

LASCIA UN COMMENTO