Cancellazione sicura anche in El Capitan, con il Terminale

cestino cancellazione sicura

El Capitan ha aggiunto molte funzioni a OS X ma ne ha anche tolte. Una di quelle che possono mancare a chi è più attento alla privacy è la cosiddetta cancellazione sicura, ossia quell’insieme di varie funzioni sparse tra il Finder e Utility Disco che prevedevano non solo l’eliminazione di uno o più file ma anche la loro sovrascrittura - volendo in più passaggi - con caratteri specifici prima della cancellazione.

La funzione serve a evitare che qualcuno possa recuperare documenti cancellati venendo in possesso del nostro Mac o anche solo del nostro disco. Per questo faceva parte di Utility Disco: la cancellazione sicura è un passo che può essere utile compiere quando si cede un Mac o si sostituisce il solo suo disco.

Perché non c’è più

Il motivo per cui Apple ha eliminato queste funzioni è che non vanno d’accordo con le unità SSD. Innanzitutto perché la “vita” di un SSD si accorcia a ogni scrittura - quindi figuriamoci da sette passaggi consecutivi - e in secondo luogo perché non è detto che ri-scrivere un file sia effettivamente un sovra-scrivere i suoi bit. Per distribuire l’usura il controller del SSD potrebbe “mettere” la sovrascrittura in locazioni diverse.

Una vecchia versione del menu Finder con l'opzione per lo svuotamento "sicuro" del Cestino
Una vecchia versione del menu Finder con l'opzione per lo svuotamento "sicuro" del Cestino

Per questo se avete un drive SSD mettetevi l’anima in pace: dimenticate la cancellazione sicura e semmai usate la cifratura in tempo reale di FileVault. Protegge i dati e con un SSD è abbastanza veloce da non essere notata. Se invece avete ancora un hard disk potete usare le funzioni di cancellazione sicura che restano immutate nel cuore Unix di OS X, quindi dal terminale.

Cancellare file e cartelle

Abbiamo già trattato del comando rm (remove). Bene, esiste anche la versione “sicura” srm (secure remove) che sovrascrive un file o una cartella con uno, sette o ben trentacinque passaggi e poi lo elimina. La sintassi da usare che consigliamo è srm -zsv nomefile: z esegue una sovrascrittura con zero, s sta per simple e impone un singolo passaggio di sovrascrittura, v sta per verbose e fa spiegare (un minimo) a OS X cosa sta facendo.

La cancellazione sicura di un file
La cancellazione sicura di un file

Non esiste un comando specifico per la cancellazione sicura di una cartella: è sempre srm ma con l’opzione -r che sta per recursive. La sintassi è quindi srm -rzsv nomecartella. Un’avvertenza: la mitologia informatica è piena di malcapitati che con l’opzione -r e una cartella digitata male hanno azzerato dischi interi. I comandi rm e srm non chiedono conferme e vanno per la loro strada: verificate molto bene cosa state per cancellare prima di dare Invio.

Azzerare un disco intero

L’opzione per sovrascrivere tutto un disco con caratteri zero o presi a caso è stata eliminata solo dall’interfaccia grafica di OS X, nella linea di comando c’è ancora. Il comando è diskutil secureErase e la sua sintassi consigliata è diskutil secureErase 0 nomedisco. L’opzione 0 indica proprio un singolo passaggio con scrittura di zero, per evitare assai pericolosi errori di digitazione del disco trascinate la sua icona sulla finestra del Terminale.

La cancellazione con srm di tutta una cartella
La cancellazione con srm di tutta una cartella

Potete anche azzerare solo lo spazio libero di un disco con il comando diskutil secureErase freespace 0 nomedisco. Come sempre per le cancellazioni da Terminale, non avrete nessuna rete di sicurezza e quindi… Molta prudenza.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO