Personalizzare OS X: come cambiare le icone di cartelle e dischi

Personalizzare OS X

Nell'era precedente a OS X sostituire le icone standard del Finder era un'operazione che si eseguiva spesso al proprio Mac, forse perché Mac OS 9  aveva un'interfaccia con un look più "fumettoso" che stimolava in quel senso. Nell'attuale versione sistema operativo, e presumiamo anche nel prossimo macOS, lo si fa meno: l'estetica è sempre più minimal e personalizzare OS X sostituendo le icone rischia di creare Scrivanie dall'aspetto confuso.

Ma comunque si può fare, con estrema semplicità. Si possono cioè assegnare proprie icone a unità disco, cartelle e persino file. Personalizzare OS X a partire dalle icone permette di creare un Mac esteticamente su misura oppure di dare un'organizzazione visiva ai documenti, assegnando a file e cartelle icone diverse in funzione del loro contenuto o dell'ambito a cui si riferiscono. Non è il sistema ufficialmente considerato migliore da Apple, che preferisce l'uso delle tag e dei codici colore, ma non è nemmeno è un'operazione vietata.

Da una cartella all'altra

La strada principale per assegnare una nuova icona a un elemento del Finder può essere un copia-incolla da un altro elemento che ha già l'icona che vogliamo. Quindi dobbiamo avere o procurarci tale elemento, scaricandolo magari da qualche sito di grafica che mette a disposizione, gratuitamente o meno, queste risorse.

iconeSelezioniamo nel Finder l'elemento con l'icona che vogliamo copiare e visualizziamo il relativo pannello delle Informazioni dando il comando File > Ottieni informazioni o con la scorciatoia da tastiera Cmd-I. Il pannello contiene molte informazioni, a noi interessa quella più evidente: la sezione Anteprima che si trova nella metà inferiore del pannello stesso.

Apriamo anche il pannello Informazioni dell'elemento di cui vogliamo cambiare l'icona, senza chiudere il primo. Con il puntatore del mouse "impugniamo" l'anteprima dell'icona e trasciniamola sulla miniatura dell'icona dell'elemento di destinazione.

La miniatura è quella nell'angolo in alto a sinistra. Attenzione a trascinare l'anteprima sulla miniatura (e non sull'anteprima) della seconda icona sino a quando su di essa non appare un piccolo segno più (+) in verde.

"Lasciamo" l'icona e il gioco è fatto. Non è detto però che l'effetto si veda subito. Nel caso di solito basta riavviare il Finder (Menu Mela > Uscita Forzata, poi selezioniamo il Finder e clicchiamo su Riapri).

Strade alternative

Non c'è solo questa strada per personalizzare OS X. Possiamo anche copiare la miniatura dell'icona voluta dal pannello Informazioni del primo elemento e incollarla sulla miniatura della cartella o del file di destinazione. Mentre si fa questo i due pannelli Informazioni devono essere entrambi aperti. Talvolta però questo sistema non funziona perché l'icona di partenza non viene riprodotta correttamente nella miniatura.

Possiamo anche usare come icona di una cartella una qualsiasi immagine, purché la copiamo negli Appunti e poi la incolliamo sulla miniatura della cartella o del file di destinazione. Ad esempio possiamo catturare una parte dello schermo con la scorciatoia da tastiera Cmd-Ctrl-Shift-4, che fa apparire il reticolo di selezione e poi copia direttamente la cattura negli Appunti.

E se cambiamo idea? Per ripristinare l'icona di default basta selezionare la miniatura della nuova icona e "cancellarla" con il tasto Delete.

LASCIA UN COMMENTO