Le cuffie per iPhone e iPod secondo Tucano

In prova due modelli della nuova gamma di cuffie: la “giovanile” Polar e la Bluehaed, che consente la connessione Bluetooth. Nascono per i prodotti Apple, ma possono essere usate con qualsiasi smartphone o player audio.

Tucano_cuffie

Tucano
ha deciso di estendere la propria offerta a prodotti che vanno oltre borse,
zaini e custodie. Tra le novità introdotte a listino troviamo una linea di
cuffie, costituita da un nutrito numero di modelli. Ne abbiamo provate due, la
Polar e la Bluehead per verificare in concreto in cosa consiste la nuova
proposta.

La
caratteristica che distingue il modello Polar è sicuramente la leggerezza,
elemento enfatizzato da un design ricercato e un po’ minimalista. Questo
prodotto, che nasce per essere utilizzato con iPhone, iPhod e iPad (ma anche
con un qualsiasi altro smartphone o riproduttore audio/video), è evidentemente
pensato per un utente giovane, sia per quanto riguarda il look sia per il
suono. Quest’ultimo tende a privilegiare le tonalità più basse, quelle più di
impatto e che più spiccano nella musica di oggi. Per altro, ottenere questo
risultato con altoparlanti di dimensioni ridotte come quelli delle Polar mostra
che è stato fatto un buon lavoro di ingegnerizzazione.

Ma
non solo di cuffie si tratta. Nel senso che nel filo che le collega all’iPhone
è presente un microfono tramite il quale possono essere gestite le telefonate.
In termini di controlli non si può ottenere di più, ma questo era nelle
intenzioni del costruttore. Il quale invece ha preferito impreziosire le Polar
con inserti in pelle, che rivestono sia l’archetto metallico sia i due
altoparlanti, corredandole anche di un jack placcato in oro volto a migliorare
la sensibilità del collegamento con smartphone e player multimediale.

Disponibili
con i rivestimenti esterni degli altoparlanti nei colori bianco o azzurro, sono
vendute a 35 euro.

Un
prodotto decisamente differente sono le BlueHead, cuffie che consentono il
collegamento senza fili via Bluetooth.

Piuttosto
leggere, usano con un archetto non regolabile, che però bene si adatta a essere
indossato perché passa dietro la nuca e non sopra la testa. Anche le Bluehead
nascono per essere usate con i dispositivi Apple, ma sono compatibili con ogni
prodotto che supporti Bluetooth 2.1.

La
configurazione e la regolazione avvengono attraverso una serie di controlli
posti esternamente all’auricolare destro. Tucano chiama l’insieme di questi
controlli “tasto multifunzione”, ma in effetti i tasti sono 4: uno permette di
regolare il volume, un altro di scorrere le tracce sonore, il terzo di avviare
o mettere in pausa la musica e il quarto di gestire le telefonate. Questi tasti
sono abbastanza sensibili e consentono una comoda gestione, si tratta solo di
fare un po’ di pratica per non impartire il comando sbagliato. Ma è un
esercizio che richiede davvero poco tempo.

Sempre
sullo stesso auricolare, ma nella parte frontale-inferiore, è posizionato il
microfono.

La
possibilità di effettuare un collegamento tramite Bluetooth offre un innegabile
vantaggio: una volta “accoppiato” il dispositivo (iPhone, iPod o altro) lo si
può riporre in tasca o in borsa. Tutta la sua gestione viene effettuata tramite
le cuffie. Chi le usa per ascoltare la musica potrà beneficiare una buona
qualità audio (solitamente è un punto debole per le connessioni Bluetooth), chi
invece intende avvalersene prevalentemente per le telefonate potrà apprezzare
l’opportunità di conversare avendo sempre le mani libere. In questo senso, va
comunque sottolineato che effettivamente sono un po’ più “impegnative” di un
auricolare singolo.

Le
Bluehead usano una batteria agli ioni di litio che può essere ricaricata
tramite computer. In dotazione, per la ricarica, c’è solo un cavo collegabile a
una presa Usb. L’autonomia nominale è di 11 ore: nell’utilizzo pratico non è
facile raggiungere tale valore ma a una decina di ore ci si può arrivare.

Ottima
la copertura wireless. Tucano dichiara una decina di metri senza ostacoli fra
dispositivo e cuffie: ma nell’ascolto della musica si va ben oltre tale
distanza, arrivando praticamente a raddoppiarla. La presenza di un muro può
invece influire in modo sostanziale sulla trasmissione e i 10 m diventano il
limite effettivo.

Le
Bluehead sono vendute a 70 euro.

Pubblica i tuoi pensieri