macOS: come installare Sierra con un drive USB su più Mac

installare Sierra con un drive USB

Installare Sierra con un drive USB? Apple non lo sconsiglia, ma nemmeno lo consiglia. La procedura che da Cupertino si invita a seguire è di scaricare l’installer dal Mac App Store ed eseguirlo sul Mac che deve essere aggiornato. Oltre a essere considerata la procedura più semplice è anche l’unica che viene presentata: da qualche tempo Apple non ne contempla altre e il Mac App Store è l’unico canale previsto per la distribuzione del sistema operativo.

Ma non è detto che quello ufficiale sia il modo davvero più pratico di installare Sierra. In primo luogo, se dobbiamo aggiornare più Mac significa scaricare circa 5 GB di applicazione ogni volta. Poi va considerato che dopo aver fatto il suo lavoro l’installer viene eliminato. Così, se dobbiamo installare Sierra nuovamente dovremo riscaricarlo.

Meglio sarebbe perciò creare un disco USB avviabile con l’installer e che possa essere usato per un numero indefinito di installazioni. La procedura in fondo richiede solo pochi passi.

Cosa serve per installare Sierra con un drive USB

Ovviamente serve l’installer di Sierra, quindi dobbiamo creare il disco USB prima di usare l’installer anche solo una volta. Altrimenti si cancella e il suo download va eseguito nuovamente. Poi serve un disco USB abbastanza capiente: l’installer “pesa” 4,7 GB circa, quindi ci serve un pendrive da 8 GB oppure una partizione da almeno 8 GB su un disco più grande. Ma il pendrive è più pratico.

sierra-installServe poi un programma che semplifichi la creazione di un disco USB avviabile con l’installer. Ce ne sono diverse, quella più usata è Install Disk Creator. È una piccola applicazione che guida passo per passo nella selezione dell’installer e del disco di destinazione. Poi si occupa di tutto il resto e “produce” il pendrive che ci serve.

Infine, c’è un elemento non proprio ovvio da considerare. La procedura descritta consente di installare Sierra con un drive USB senza problemi sui Mac attuali. Se vogliamo un disco che funzioni anche con i prossimi Mac dovremo ripetere tale operazione ogni volta che Apple aggiorna macOS con le sue varie “point release” (10.12.1, 10.12.2 eccetera). Apple infatti aggiorna ogni volta  l’installer di macOS Sierra, in modo che abbia tutti i driver necessari per i nuovi hardware.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO