IFA 2017: My Cloud Home, il personal cloud storage di WD

Il problema dei dischi desktop tradizionali è che non si accede ai loro dati se non li si ha a disposizione, quello dello storage cloud è che teoricamente rappresenta sempre un rischio potenziale per la privacy dei dati. A IFA 2017 Western Digital ha presentato una soluzione che cerca di risolvere questo contrasto: le unità My Cloud Home.

Si tratta in sintesi di una soluzione di "personal cloud storage" che funziona come una normale unità esterna desktop ma che è anche particolarmente orientata alla condivisione dei suoi documenti online e con i device mobili come smartphone e tablet. My Cloud Home va connesso a una porta del router WiFi di casa e dopo la configurazione vi si può accedere da ovunque, usando un'app dedicata o via web. Dettaglio importante: non ci sono abbonamenti da sottoscrivere per questo servizio.

L'unità può ovviamente anche essere usato come un normale disco esterno ma la connettività è il suo punto forte. Può ricevere contenuti in maniera automatica dai device mobili riconosciuti, può interfacciarsi con i social network e con i servizi di cloud storage come Dropbox, fa da riproduttore multimediale in rete locale (con Plex) o via Internet.

My Cloud Home viene offerto in una versione base a un solo disco e in una versione My Cloud Home Duo dotata di due dischi in configurazione RAID mirroring, per proteggere i dati replicandoli sul secondo hard disk. My Cloud Home comprende "tagli" di storage da 2 a 8 TB con prezzi che partono da 179,99 euro. My Cloud Home Duo va da 4 a 20 TB con prezzi a partire da 369,99 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here