Come funziona Touch Bar con le applicazioni standard di Apple

come funziona touch bar

Dal punto di vista tecnologico, la presenza di una nuova barra touch nei nuovi MacBook Pro non lascia certo indifferenti. La vera utilità pratica di questa innovazione dipende però da come funziona Touch Bar con le applicazioni, ovvero da come gli sviluppatori sapranno sfruttare la nuova area "touch" come interfaccia di input. Apple ha definito delle linee guida per usarla al meglio, ma bisognerà vedere quanto saranno rispettate.

Come sempre, quando si tratta dell'interfaccia di iOS e macOS, saranno le applicazioni fatte da Apple stessa a dare il buon esempio. Usando il tool di sviluppo Xcode, lo staff di 9to5mac ha raccolto la disposizione dei controlli sulla Touch Bar che è prevista per le versioni aggiornate delle applicazioni standard di macOS Sierra (una ventina).

Qui ne riportiamo alcuni esempi per illustrare come funziona Touch Bar e possa seguire vari approcci anche diversi fra loro. Si noti che in tutti i casi sono rispettate le "regole" secondo cui all'estrema sinistra c'è un tasto di sistema (Esc) e nella parte destra la Control Strip con alcuni comandi dis sistema (volume, Siri, luminosità…). La galleria completa di 9to5mac è disponibile a questo link.

touchbar-1

La Touch Bar di iBooks (prima riga qui in alto) si mostra in fase di lettura dei libri ed è un esempio dell'approccio che vede la barra come controllo di "scrubbing" per scorrere rapidamente all'interno di un contenuto. Qualcosa del genere esiste anche per QuickTime Player e ovviamente iTunes.

In FaceTime (le tre righe centrali) invece la Touch Bar mostra un approccio molto adattabile in cui ciò che viene visualizzato varia in funzione del contesto del'app. In questo caso la presenza o meno di una chiamata.

Meno convincente come funziona Touch Bar col Finder (ultime tre righe), che si limita a replicare funzioni o comandi che sono presenti nella toolbar delle finestre o che comunque sono già raggiungibili abbastanza rapidamente.

touchbar-2

In Foto (prime tre righe dell'immagine in alto) la Touch Bar assume un ruolo potenzialmente di primo piano, permettendo di eseguire direttamente dalla barra sia la consultazione rapida delle fotografie sia l'applicazione di molti filtri creativi. È anche uno dei pochi casi in cui il tasto di sistema sinistro appare cambiare.

GarageBand (ultime due righe) ha in confronto una Touch Bar di poco impatto, incentrata sul mostrare il valore di molti parametri con una barra percentuale sotto il loro nome. Toccandoli si cambia il valore del parametro con un cursore.

touchbar-3

Infine, la scelta di come funziona Touch Bar nelle applicazioni come Pages (prime due righe dell'immagine in alto), Numbers (seconde due righe) e Keynote (ultime due righe) si dimostra di una certa utilità come complemento alla normale barra degli strumenti. Poiché applicazioni come queste delegano al panello della formattazione molte funzioni, averle a portata di dito nella barra touch è una comodità.

LASCIA UN COMMENTO