Bug eliminato, disponibile watchOS 2

quadranti Apple watch disponibile watchOS 2

L’individuazione di un bug all’ultimo minuto aveva indotto a rinviarne la disponibilità. Ma ora le cose sono state sistemate e Apple ha reso finalmente disponibile watchOS 2 che consete di dotare il suo Watch di nuove e innovative funzionalità.

Da molti ritenuto come la “prima vera” versione del sistema operativo per l’orologio made in Cupertino, ricordiamo infatti che watchOS 2 permette l’uso di app progettate in modo nativo per Apple Watch, che quindi dovrebbero essere più rapide e poter anche funzionare in modo più autonomo rispetto all’iPhone, da cui finora erano totalmente dipendenti. Questo significa anche che Taptic Engine, Digital Crown, accelerometro, cardiofrequenzimetro, altoparlante, microfono d'ora in poi saranno a disposizione di tutte le app.

Il nuovo watchOS 2 consente agli sviluppatori di creare proprie complicazioni (mai nome fu meno indovinato…) per fornire un maggior numero di informazioni agli utenti, come orari dei voli o i risultati di eventi sportivi. Di queste fa parte anche Time Travel che permette di avere su Watch ragguagli, per usare le parole di Apple, su quanto è successo in passato succederà oggi e domani, e anche cos’è successo ieri. Si può anche sapere che tempo farà o dare un’occhiata agli impegni di futuri o vedere le notizie che ci si è perse.

Tra le altre novità di watchOS 2 troviamo anche l’introduzione di nuovi quadranti, di rispondere alle mail direttamente dall’orologio, di avere dettagli sui mezzi pubblici (per ora solo di alcune città e prevalentemente negli USA) e di disporre di un assistente vocale (Siri) più efficiente che in passato.

Per installare watchOS 2 bisogna avviare il download (circa una dozzina di megabyte) dall’iPhone a cui è associato l’orologio (tramite l’app Watch) e l’upgrade avverrà wireless sull’Apple Watch. Sarebbe poi bene, consiglia Apple, che durante l’aggiornamento iPhone e Watch fossero collegati ciascuno al suo caricatore.

LASCIA UN COMMENTO