Apple potrà bloccare la fotocamera dell’iPhone in musei e concerti

iPhone concerto

Gli smartphone sono oggi la fotocamera preferita e una delle conseguenze di questo è che è diventato molto difficile impedire di scattare fotografie là dove di norma sarebbe vietato, come in certi musei o durante i concerti. Bloccare l'ingresso alle macchine fotografiche è plausibile, ma agli smartphone? Improponibile.

Apple ha brevettato un sistema di comunicazione attraverso infrarossi che ha molte applicazioni potenziali e una di queste è proprio impedire l'uso della fotocamera in determinati ambienti.

photoIn sé il sistema non è particolarmente innovativo: il sensore della fotocamera dell'iPhone o dell'iPad valuta la luce infrarossa in ingresso e sa decidere se essa "contiene" una trasmissione dati modulata sulle frequenze dell'infrarosso. Esistono già da tempo sistemi simili in cui un'app sa valutare se un display comunica dati emettendo segnali luminosi non percepiti dall'occhio umano. O anche il sistema di illuminazione a LED di una stanza.

La parte innovativa sta nell'applicazione prevista per la tecnologia Apple. Nel brevetto si descrive in modo specifico la possibilità che con la luce infrarossa si comunichi allo smartphone che in quell'area non si può fotografare o riprendere video e per questo le funzioni di scatto e ripresa della fotocamera vengano disabilitate.

Come sempre i brevetti Apple vanno presi per quello che sono: possibili applicazioni tecnologiche che a volte non arrivano nemmeno sul mercato. Questa in particolare potrebbe generare una rivoluzione da parte degli utenti...

LASCIA UN COMMENTO