Adobe mostra in anteprima, in occasione della fiera IBC che si tiene ad Amsterdam dal 9 al 13 settembre, alcune nuove funzioni relative alla produzione video che saranno rese presto disponibili nei software e nei servizi di Adobe Creative Cloud e Adobe Marketing Cloud. In particolare, si tratta di novità e potenziamenti nell’ambito della realtà virtuale, del 3D e dell’animazione. Le nuove funzioni hanno l’obiettivo di aumentare gli strumenti creativi e di velocizzare il workflow della produzione video, in un contesto in cui l’esigenza è quella di creare una grande quantità di contenuti con scadenze sempre più strette. Le feature sono indirizzate a tutti i livelli di produzione, dai grandi studi agli YouTuber, dal lavoro di gruppo al singolo professionista.

Propio al lavoro in gruppo è dedicato il nuovo servizio collaborativo Team Projects, servizio in hosting che consente agli editor e ai creativi di condividere i contenuti su progetti a cui stanno lavorando contemporaneamente, semplificando il workflow e senza il bisogno di hardware aggiuntivo. Team Projects offre funzioni avanzate di collaborazione quali controllo del versioning e risoluzione smart dei conflitti per i professionisti che lavorano in team con Adobe Premiere Pro CC, After Effects CC e Adobe Prelude CC.

Adobe Creative Cloud Team Projects

Nuove funzioni di Adobe Creative Cloud

L’aggiornamento di Adobe Premiere Pro CC rende più facile e migliora la creazione di didascalie e sottotitoli, per consentire di creare delle coinvolgenti anteprime video in auto-play mute su Facebook e per facilitare l’esperienza d’uso in termini di accessibilità e di utilizzo di lingue diverse. Vengono potenziati anche gli strumenti Lumetri Color in Premiere Pro CC, con il supporto per i metadati HDR10 per workflow che prevedono l’output per gli schermi abilitati HDR.

Migliorano anche gli strumenti per la realtà virtuale della Adobe Creative Cloud, introdotti nell’ultimo aggiornamento di Premiere Pro CC e che consentono di lavorare direttamente con i contenuti VR, editare sequenze, applicare effetti, creare progetti a 360° taggati in maniera appropriata per i player VR. Il riconoscimento automatico dei contenuti VR rileva se i media sono stereoscopici o monoscopici e applica il corretto parametro delle preferenze. Inoltre, tra le destinazioni di publishing ora c’è anche la condivisione su Behance.

In After Effects CC, nell’ambito della creazione di contenuti 3D, proprio allo scopo di rendere più veloce la produzione Adobe introdurrà un nuovo motore di rendering 3D che aumenta velocità ed efficienza: la tecnologia di rendering di Cinema 4D di Maxon. Sempre in tema prestazioni, gli effetti accelerati dalla GPU e la nuova architettura di anteprima video ottimizzano la performance e riducono i colli di bottiglia nel workflow.

Potenziamenti arrivano anche nell’animazione di personaggi con Character Animator: diventa più facile creare e animare personaggi grazie all’integrazione bidirezionale con Photoshop CC e Adobe Illustrator CC. Migliorano anche le analisi in Adobe Analytics for Video e in altre app e servizi.

Maggiori dettagli sul blog di Adobe Creative Cloud.

LASCIA UN COMMENTO