Wearable: è l’anno del rilancio secondo IDC

Asciugare Apple Watch

Il mercato dei wearable, in cui si colloca anche Apple Watch, sta entrando secondo IDC in una nuova fase che dovrebbe dargli quell’accelerazione che un po’ tutti si stanno augurando da tempo. Secondo gli analisti, nel 2017 saranno venduti circa 125 milioni di oggetti “indossabili” e più o meno smart, un ambito in cui IDC colloca una gamma peraltro abbastanza ampia di prodotti: smartwatch, braccialetti, indossabili legati all’abbigliamento e anche “earwear”, ossia perlopiù auricolari con funzioni aggiuntive all’ascolto della musica.

La crescita del mercato tra il 2016 e il 2017 non è certo travolgente (+20 percento circa) ma dal 2018 in poi il numero di prodotti wearable commercializzati dovrebbe raddoppiare ogni anno sino a raggiungere, nel 2021, i 240 milioni di vendite circa. La ragione di questa accelerazione nella crescita sta nel fatto, secondo quanto spiega IDC, che il mercato wearable sta sviluppando sia l’interesse degli utenti potenziali sia un ecosistema di applicazioni e servizi che dà maggiore valore agli oggetti indossabili.

Questo lo si vede in particolare nella fascia di oggetti più evoluta, ossia gli smartwatch. Anche se al momento i prodotti più semplici ed economici predominano nelle vendite, gli smartwatch veri e propri stanno crescendo e l’unico tassello che probabilmente manca per il loro vero successo è la connettività cellulare integrata.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here