Tutti i sistemi di Mac OS X

Arriva alla versione Beta4 Parallels Workstation, il software di virtualizzazione del desktop che consente di eseguire Windows, Linux e altri sistemi operativi sui nostri Mac

Parallels Workstation è un software di desktop virtualization che consente di eseguire sistemi operativi multipli su un Mac basato su architettura Intel. Il sofisticato motore di "virtual machine" supporta quasi tutti i sistemi che girano sull'architettura x86, tra cui l'intera famiglia Windows, moltissime distribuzioni Linux, OS/2, MS-DOS e FreeBSD. Ognuno di questi sistemi operativi (che deve essere installato con una licenza già acquisita) può essere lanciato in un proprio ambiente virtuale, mantenendo il pieno accesso alle funzionalità hardware della macchina. Ogni "contenitore virtuale" dispone di una propria partizione protetta, creata automaticamente dall'applicazione sotto forma di file (quindi non si tratta di diverse partizioni fisiche del disco), alla maniera di Virtual PC di Microsoft.

Naturalmente questa soluzione di emulazione garantisce sui MacIntel prestazioni nettamente superiori rispetto al passato, visto che, con il passaggio dell'hardware Apple alla nuova piattaforma, i sistemi operativi ospiti hanno come target lo stesso processore che è ora al cuore dei nostri Mac. Parallels Workstation è utilizzabile solo sui MacIntel, non funziona sui PowerPC.

Inoltre Parallels dichiara che la propria soluzione supporta pienamente la tecnologia Virtualization Technology di Intel, che sarà presente anche sui prossimi Core Duo e che farà in modo che ogni ambiente virtuale possa girare in un contenitore completamente isolato dagli altri, garanzia di maggiore stabilità e di una performance ancora maggiore.

Parallels ha già introdotto Workstation 2.1 per Linux e Windows. La beta per Mac, dell astessa versione, è scaricabile gratuitamente ma presenta alcune limitazioni (ad esempio non gira in full screen). E' inoltre possibile prenotare sul sito una copia della versione finale (per quando sarà rilasciata), a un costo che si aggira intorno ai 40 euro.

Abbiamo in preparazione una prova approfondita di questa soluzione, che sarà pubblicata su uno dei prossimi numeri di Applicando: rimanete sintonizzati.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here