Things

Things è tra le applicazioni più popolari del genere “to-do list”, app per la gestione delle liste di cose da fare. Si tratta di un software, sviluppato dalla azienda tedesca Cultured Code, “storico” della piattaforma della Mela, anche se ormai sarebbe meglio dire “delle piattaforme” della Mela. Things è infatti attualmente disponibile per Mac, iPad, iPhone e anche Apple Watch. Di questa app è ora disponibile la nuova versione, l’importante major update Things 3.

Tra le novità di Things 3 c’è da menzionare innanzitutto l’interfaccia ridisegnata, con un design tutto nuovo. Il look and feel è ancora più immediato e intuitivo, piacevole anche, grazie alle animazioni e a un’interazione più fluida, pur preservando un ambiente pulito e privo di distrazioni, come si conviene per una app votata alla produttività.

Things 3

La schermata in cui si opera principalmente, oltre a quelle in cui si pianificano le cose da fare, è la vista Today: non è una novità di Things 3, ma nella nuova versione è stata rifinita e potenziata. Essa ora include anche gli eventi del calendario, in modo da avere sott’occhio tutte le informazioni relative alla propria giornata, ed è possibile scegliere quali calendari includere nella vista Today. È stata inoltre aggiunta una sezione This Evening alla vista Today, per separare le cose da fare in serata, magari al ritorno a casa dal lavoro.

Del tutto nuova è invece la vista Upcoming, che raccoglie le prossime scadenze della settimana. È stata inoltre migliorata la gestione dei progetti, con la possibilità di suddividerli in sottosezioni con proprie intestazioni. Gli stessi to-do possono ora includere delle checklist (elenchi di caselle di controllo): molto utile, in quanto anche le singole cose da fare sono a volte costituite da diversi passaggi o voci (ad esempio una lista della spesa).   

Things, task manager per desktop e mobile

Things 3

Ci sono molte altre novità in Things 3, come ad esempio la ricerca rapida, i promemoria basati sull’orario (finalmente!) e tanto altro. Le principali novità sono comuni alle versioni iOS e Mac, in più le piattaforme desktop e mobile acquisiscono nuove funzioni specifiche per l’ambiente operativo. Ad esempio nella versione Mac è ora possibile aprire progetti multipli in finestre separate, mentre nella versione iOS il pulsante + (più) diventa “magico”, con la possibilità di trascinarlo.

Anche Things 3 è infatti rilasciato sia nelle versioni per iOS (si tratta di versioni separate delle app, da acquistare a parte, una per iPhone che offre anche l’app per Apple Watch e un’altra per iPad) sia in quella per Mac. Il costo dell’app non è definibile "basso", anche se in tale valutazione va "pesato" quanto l'app riesca a rendere più produttiva la nostra giornata. La versione Mac costa al momento del rilascio 43,99 euro e questa cifra include uno sconto del 20% offerto dallo sviluppatore solo per la prima settimana. Anche Things 3 per iPhone e Things 3 per iPad sono al momento scontate del 20% e anche in questo caso lo sconto termina il 25 maggio: la prima ha un prezzo di lancio di 8,99 euro, la seconda di 17,99 euro. Lo sconto viene offerto per agevolare gli attuali utenti di Things in quanto Things 3 non è un aggiornamento gratuito ma è a pagamento anche per gli utenti esistenti.   

Maggiori informazioni (e demo gratuita della versione Mac) sul sito di Cultured Code.

Things 3
Price: 10,99 €
  • Things 3 Screenshot
  • Things 3 Screenshot
  • Things 3 Screenshot
  • Things 3 Screenshot
  • Things 3 Screenshot

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here