Sitecom: è il router a rendere sicura la navigazione in Internet

Molti utenti hanno il computer infetto da malware e non lo sanno. E i Mac sono i più vulnerabili. Per questo la società propone il servizio Cloud Security, che consente di navigare sul Web in modo sicuro anche dagli altri dispositivi connessi, come smartphone, console per videogame, tablet o Tv.

La sicurezza innanzitutto. E' stata questa la parola d'ordine che
ha guidato lo sviluppo dei nuovi router e modem-router Pure E-motion Serie X 2.0 di Sitecom,
azienda che da sempre ha fatto della semplicità uno dei propri punti di forza.

L'idea da cui è partita la società olandese è che con il malware
che cresce in modo esponenziale (si contano ormai circa 50.000 nuove forme di potenziali
attacchi ogni giorno), il classico software antivirus-antispam-antiphishing non
è più sufficiente ad assicurare un utilizzo “tranquillo” del computer. E' infatti impensabile, sostiene
Sitecom, che le società che realizzano i software per la sicurezza possano trovare
e rilasciare in tempi brevi un'efficace protezione anche per una minima
percentuale delle minacce generate quotidianamente.

La conferma arriva da un'indagine effettuata dalla società Hitman
su 6.000 utenti europei: tra gli intervistati l'84% aveva installato sul
proprio computer un antivirus ma da un'analisi approfondita è risultato che il
31% di questi, all'insaputa dei proprietari, avesse comunque il computer
infettato da una forma di malware. Più in dettaglio, solo il 67% degli utenti
italiani aveva un antivirus e i computer infettati erano il 45%.

A partire da questo presupposto, nella progettazione della sua
nuova generazione di router e modem-router Sitecom ha deciso di procedere su
due fronti: da una parte migliorare le prestazioni (andando sempre più verso il
Gigabit nella connettività cablata e i 450 Mbps in quella wireless) e
dall'altra fare in modo di affiancare ai software antivirus già posseduti dagli
utenti un'efficiente soluzione di sicurezza per offrire un più elevato grado di
protezione.

In collaborazione con Hitman, è nata così Cloud Security, una
nuova forma di protezione pensata per rendere più sicura la navigazione in
Internet. Da sottolineare che secondo i dati in possesso della stessa Hitman,
attualmente i computer che presentano le maggiori potenzialità di attacco sono
proprio i Mac, che hanno superato nella classifica i database Oracle.

Siccome è lo stesso router o modem-router a erigere una barriera non
viene protetto dai cybercriminali solo il singolo computer ma tutti gli
apparecchi collegati (via cavo o wireless), come smartphone, tablet, televisori
console per videogame o riproduttori multimediali.

La sicurezza cloud proposta da Sitecom è principalmente pensata
per proteggere da siti fraudolenti o infettati da malware, che hanno
l'obiettivo di carpire dati personali degli utenti, e da file scaricabili
contenenti virus. Se necessario, permette anche di bloccare la pubblicità
indesiderata dei siti.

A tal fine non viene richiesta l'installazione di alcun software
aggiuntivo sul computer dell'utente: è il sistema Sitcom da remoto a effettuare
tutte le operazioni necessarie per offrire sempre il più alto livello di
protezione in locale. Detto sistema sfrutta la tecnologia messa a punto da
Hitman per mantenere sempre aggiornato nei confronti delle nuove minacce.

Sitecom precisa che Cloud Security non vuole essere un sostituto
del classico antivirus, ma piuttosto un'integrazione. Infatti, nulla può contro
minacce portare da file scambiati via USB o tramite CD o DVD.

Vista la proposta della società olandese, sorge spontanea una
domanda: con la Cloud Security viene penalizzata la velocità di navigazione? Sitecom
assicura che i tempi di risposta hanno un ritardo di qualche millesimo di
secondo: in pratica, verrebbe introdotta una latenza difficilmente avvertibile
dall'utente.

Come detto, Cloud Security sarà parte integrante della generazione
2.0 di router e modem-router Serie X Gigabit che l'azienda inizierà a mettere
in commercio a partire del corrente mese di aprile con un susseguirsi di
annunci fino al mese di agosto, quando arriverà il nuovo top di gamma, il WLM-6500 Wireless Gigabit Modem Router 450N X6
(che costerà 160 euro). I primi modelli provvisti
di Sitecom Cloud Security sono il WLR-4000 Wireless Gigabit Router 300N X4 e il
WLR-5000 Wireless Gigabit Router 300N X5 in vendita entro la metà del mese a un
prezzo base di 80 euro.

Successivamente, Sitecom
Cloud Security sarà disponibile anche nei modem
router wireless WLM-3500 300N X3, WLM-4500 300N X4 e WLM-5500 300N X5.

Da sottolineare che Cloud Security è un servizio gratuito per i
primi sei mesi di utilizzo. Dopodiché costa 14,99 euro ogni anno. Sitecom
precisa che, dopo i primi sei mesi, per effettuare il rinnovo deve esserci
un'esplicita richiesta da parte dell'utente altrimenti il servizio termina. Inoltre,
i dati trasmessi verso i server che forniscono il servizio non contengono
informazioni sensibili e, comunque, non sono memorizzati.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here