Lotta ai pirati

La BMG tedesca introduce un sistema di protezione contro la copia dei Cd audio.

Berlino. La guerra al pirataggio musicale è aperta: il motto delle major discografiche sembra essere "niente può essere copiato ma tutto deve essere rigorosamente comprato". Così, da un lato si cerca in rete di scalzare il pur ottimo MP3 con un più governabile sostituto, dall'altro, sul fronte dei più tradizionali supporti ottici (leggi: Cd Audio) si stanno trovando soluzioni per la diffusissima abitudine del "Cd burning".

La sede tedesca del colosso discografico BMG, ha stretto un accordo con l'azienda software israeliana Midbar per l'implementazione di una tecnologia che rende impossibile la copia di un Cd audio tramite un qualsiasi masterizzatore. Sono stati già messi in vendita oltre 100.000 Cd audio, per ora solo in Germania, che implementano tale soluzione, e che avranno portato alla disperazione i "burner" tedeschi.

Molti di questi titoli sono stati riportati ai rivenditori perché avevano problemi con alcuni lettori Cd, ma il presidente di BMG Germania ha affermato che era già in lavorazione una soluzione per il problema, e che la casa discografica è in tutto e per tutto decisa a utilizzare massicciamente questa tecnologia.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here