iPhone 5 in autunno, ma la produzione è già iniziata

Mobile –

Varie fonti, Wall Street Journal compreso, sostengono che in Asia sia già stata avviata la produzione dell’iPhone di sesta generazione, che dovrebbe essere ancor più sottile grazie a un display con tecnologia in-cell. Tra le altre possibili novità che anche un nuovo connettore.

Dopo mesi di indiscrezioni incontrollate, arrivano le prime (quasi) conferme, seppur per vie non ufficiali. L'iPhone di sesta generazione, che è già in produzione (anche il Wall Street Journal ne è certo), sarà dotato della tecnologia in-cell grazie alla quale diverrà notevolmente più compatto, soprattutto per ciò che riguarda lo spessore.
Il motivo è presto detto. Attualmente,
il display degli iPhone si compone di due livelli distinti, oltre al
vetro posto in superficie: sensore touch e pannello LCD. Utilizzando la
tecnologia in-cell, Apple riuscirà a integrare il sensore
direttamente all'interno del pannello LCD riducendo lo spessore dello
schermo. I benefici sarebbero notevoli: oltre alla possibilità di
rendere più sottile il nuovo iPhone e quindi proporre alla clientela un
design ancora più compatto, la tecnologia in-cell potrebbe aiutare anche a ridurre i tempi e quindi i costi di produzione (il numero di componenti da assemblare è minore).

Trovano
quindi riscontro gli indizi trapelati già a metà maggio: LG Display, Sharp e Japan Display, società
quest'ultima che è stata fondata ad aprile dopo l'intesa tra Sony,
Toshiba ed il governo giapponese, sarebbero le aziende incaricate da
Apple di produrre i nuovi display in-cell.

Un'altra novità che molti danno per certa (e che, se confermata, sarebbe davvero epocale) è la presenza di un nuovo connettore: il tradizionale a 30 contatti dovrebbe infatti lasciare posto a una nuova versione "mini" a 19 contatti con dimensioni ridotte della metà.

Per sapere se le ultime notizie sono davvero parte del progetto Apple, dovremo attendere il lancio dell'iPhone 5  (comunque si chiamerà la nuova generazione). Ma non si tratterà di una lughisisma attesa visto che, sebbene non si conosca una data
precisa, la presentazione sembra sia già in agenda tra il mese di settembre e
di ottobre prossimi, con tutta probabilità in contemporanea con la versione finale del sistema
operativo iOS 6.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here