iOS tra Windows 10 Cloud e Chrome OS

iPad Pro tablet iOS

Una delle metafore che Steve Jobs ha usato più spesso nei primi anni dell’iPad è che a volte abbiamo bisogno di un furgone, ma nella grande maggioranza dei casi ci basta un’automobile. L’automobile era l’iPad e il furgone il Mac, o comunque un computer. Forse Jobs pensava che tablet basato su iOS avrebbe avuto più buon gioco nel soppiantare i computer di quanto non sia successo, certo il tablet di Apple ha fatto piazza pulita di molte soluzioni portatili ma di qualità dubbia, tipo i netbook.

Restando nella metafora di Jobs, il produttore di “automobili” di qualità e convincenti continua a essere Apple anche oggi. Ma sarebbe controproducente nascondersi che l’iPad sta frenando e non accelerando. E se si mettono insieme le notizie provenienti sia dal CES di Las Vegas sia dalle indiscrezioni della rete, la corsa solitaria in pista della fuoriserie-iPad potrebbe farsi più complessa.

Il plus sta in iOS

Apple ama sottolineare l’indubbia qualità costruttiva di iPad e l’innovazione del suo hardware, il vero punto di forza del tablet però sta in iOS. Se restiamo nell’alveo dei prodotti che in questa fase interessano di più e offrono più margini (chiamiamoli ibridi, 2-in-1 o cos’altro… in sintesi hanno una tastiera vera che si stacca) i Surface di Microsoft hanno una concezione hardware diversa ma non sono affatto male, come anche Google ha dimostrato di saper progettare 2-in-1 di tutto rispetto.

Microsoft Surface
Microsoft Surface

Quindi non è nell’hardware il punto chiave ma nel software. I tablet ibridi Surface sono comunque PC Windows 10 e si portano dietro i problemi della piattaforma (quantomeno rispetto a iOS), mentre in campo Google la diatriba tra Android e Chrome OS non ha fatto bene a nessuno dei due. iOS è invece un buon sistema operativo con un ricco ecosistema di applicazioni.

Il punto ora è che Microsoft e Google stanno avvicinandosi in maniera più seria al modello dell’automobile. O così sembra. Se i Surface con Windows 10 sono in fondo ancora furgoni, le voci sul lancio dell’ipotetica versione Windows 10 Cloud - con tanto di immagine ISO che circola in rete - lasciano presagire un furgoncino molto “light” che è quasi un’automobile. In prospettiva potrebbe quindi esserci una nuova linea di Surface a basso costo con Windows 10 Cloud: una versione di Windows più leggera, limitata alle app del Windows Store.

Se vi viene in mente Windows RT e il suo fallimento avete buona memoria, ma i tempi sono cambiati. Oggi una CPU mobile Kaby Lake ha una discreta potenza e l’app store di Microsoft non è il deserto di qualche anno fa.

E se cambia Chrome OS...

E Google? Al CES ha sostanzialmente reinventato il Chromebook dotandolo del Play Store, quindi della possibilità di eseguire anche applicazioni Android anche se il sistema operativo di base è sempre Chrome OS. È vero che i Chromebook non sono sempre direttamente paragonabili con gli iPad, ma se arrivano sul mercato convertibili di marca con il “nuovo” Chrome OS e un cartellino del prezzo da 300 dollari circa, anche Apple dovrà tenere conto.

Lenovo Yoga A12, convertibile Android con tastiera virtuale. A 299 dollari.
Lenovo Yoga A12, convertibile Android con tastiera virtuale. A 299 dollari.

Tutte ipotesi? In parte sì, però c’è la sensazione che per Apple sia il momento di cambiare marcia nell’automobile-iPad. Senza frenesia: anche considerando che si vende un iPad Pro ogni dieci iPad normali, come molti osservatori stimano, il margine sul resto del mercato è ancora ampio. iOS 11 e un possibile nuovo iPad Pro sarebbe bene però non fossero semplicemente miglioramenti incrementali.

Come sembra anche giunto il momento di mettere ordine in iCloud. Vero: Apple non ha una vera parte business-aziendale come la hanno invece Microsoft e Google, e questo le ha portate a definire una strategia cloud di respiro molto ampio e inevitabilmente più complessa di quella Apple. Ma pur con questa considerazione iCloud non può più essere solo lo snodo di alcune funzioni di dialogo e condivisione tra iOS e macOS.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here