Giradischi Seed: come unire audio analogico e digitale

Seed giradischi

La diatriba tra fautori dell'audio analogico e amanti del digitale puro potrebbe essere messa a tacere da un nuovo progetto che è partito su Kickstarter e che ha velocemente raggiunto il suo obiettivo iniziale di finanziamento. Si tratta del giradischi Seed, che unisce la riproduzione dei vinili con la compatibilità verso lo streaming audio.

Strutturalmente Seed è composto da due parti principali, integrate fra loro. La parte giradischi è in alto, costruita intorno a una testina Audio Technica AT3600 e progettata per dare una resa di qualità, con meccanismi di anti-skating per mantenere la testina al centro dei solchi e un sistema di sospensione dinamica che compensa le vibrazioni del Seed durante la riproduzione audio.

Immediatamente sotto al giradischi ci sono i diffusori: due tweeter da 15 Watt e due woofer da 25 Watt. Insieme danno, secondo i progettisti di Seed, una resa migliore rispetto a uno speaker full-range, offrendo in particolare una gamma dinamica più estesa del 20 percento.

Per gli appassionati dell'audio digitale, il giradischi Seed può ricevere segnali audio via AirPlay, Bluetooth e WiFi. Supporta anche alcuni servizi di streaming specifici tra cui Spotify e Tidal. La gestione di questa parte "digitale" avviene attraverso un'app dedicata. Il prezzo del sistema non è proprio economico ma nemmeno esagerato: durante la campagna di Kickstarter il costo varia tra 379 e 429 dollari, alla fine della campagna sarà di 579 dollari.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here