HTC U11, lo smartphone che… si spreme

Se vi sembra che il multitouch sia ormai noioso e che le innovazioni di Apple in campo iPhone facciano fatica ad arrivare, il nuovo smartphone HTC U11 può rappresentare una novità quantomeno curiosa. In HTC si sono infatti inventati un nuovo modo per inviare comandi alle applicazioni: "spremere" lo smartphone. HTC usa il termine squeeze e nelle presentazioni indica che è un gesto molto naturale e diffuso.

La "strizzata" del HTC U11 in effetti è semplicemente stringere con decisione lo smartphone mentre lo si impugna normalmente. Facendo così il suo chassis si deforma leggermente e un sensore interno rileva questa deformazione e ne valuta l'intensità. Una "spremuta" debole può avere un significato, una forte un altro.

htc-u11-bCome per i normali gesti del multitouch, lo squeeze può avere un significato diverso a seconda dell'applicazione attiva. Al lancio di HTC U11 alcune applicazioni di sistema hanno già impostate delle azioni collegate alla "strizzatina" e altre azioni possono essere configurate a livello di sistema operativo. HTC ha spiegato che tra qualche tempo renderà possibile agli utenti configurare azioni per qualsiasi app installata.

Strizzate a parte, HTC U11 usa lo stesso processore del Galaxy S8 e dispone di un modem interno compatibile con LTE Cat 16, la versione più evoluta del 4.5G che consente bande fino a 1 Gigabit al secondo. Ha uno schermo da 5,5 pollici Quad HD, una parte fotografica di spicco con sensore da 12 MP e un look particolare, grazie al fatto che è completamente rivestito in Gorilla Glass colorato nella parte posteriore. HTC lo chiama liquid surface design.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here