Final Cut Pro alla 3

Aggiornamento significativo per il software di produzione video targato Apple

Apple ha rilasciato la nuova release 3 di Final Cut Pro, il software di postproduzione video che con questa versione approda anche su Mac OS X.

Oltre alla compatibilità con il nuovo sistema operativo, una novità a questo punto assolutamente necessaria per legittimare il nuovo corso intrapreso da Apple, Final Cut 3 si presenta con una ricca serie di novità che ne migliorano sia le prestazioni che le potenzialità.
La nuova versione, infatti, è stata riscritta per sfruttare appieno la potenza di calcolo del Velocity Engine dei processori G4 che permette di avere effetti video direttamente in tempo reale senza l'aggiunta di schede Pci dedicate. In questo modo, basta davvero un Mac G4 (anche un PowerBook) e Final Cut per avere una soluzione video completa e professionale senza alcun hardware aggiuntivo.

Un'altra importante novità della nuova versione è l'introduzione del formato OfflineRT, capace di comprimere il materiale video a 320 x 240 con data rate a 660 Kbps in modo che 40 minuti di girato non occupino più di un gigabyte sull'hard disk. Questo ³miracolo² di compressione, che sfrutta un nuovo Codec QuickTime basato sul Photo-Jpeg, permette di manipolare il video in tempo reale e di eseguire il montaggio in modo agile e veloce.

Per risolvere un problema tipico quando si montano contributi ripresi in situazioni ambientali differenti, Final Cut Pro 3 introduce anche un sistema di correzione colore (Color Correction) decisamente professionale. Il programma offre tutti gli strumenti per l'analisi della luminosità e dei livelli colore dei vari clip inseriti in un progetto e ne permette l'ottimizzazione.
Ma le novità, ovviamente, non si esauriscono qui: maggiori informazioni all'indirizzo http://www.apple.com/finalcutpro



Ritorna alla pagina precedente

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here