Dropbox e lo strano caso dello spam

Sicurezza –

Da lunedì scorso, diversi utenti del noto servizio online stanno ricevendo una consistente quantità di messaggi di spam. Il timore è che qualcuno sia riuscito ad accedere al database degli account, appropriandosi degli indirizzi di posta. Dropbox nega però qualsiasi attività non autorizzata.

Permane ancora una densa cortina di fumo attorno a ciò che è
accaduto nelle scorse ore a molti utenti di Dropbox. A partire da lunedì
scorso, infatti, un gran numero di iscritti alla famosa piattaforma per l’archiviazione
dei file ha iniziato a lamentare l'arrivo di una consistente quantità di
messaggi di spam. Le comunicazioni indesiderate erano dirette verso gli account
di posta elettronica specificati in fase di registrazione a Dropbox. E che
qualcosa non sia andato per il verso giusto sui server di Dropbox è confermato
dal fatto che un buon numero di utenti hanno spiegato di aver utilizzato
l'indirizzo e-mail bersagliato dallo spam solo per registrarsi al servizio.

Il timore è che un aggressore possa essere riuscito ad accedere
al database degli utenti registrati a Dropbox riuscendo ad appropriarsi dei
loro account di posta. L'elenco sarebbe stato poi utilizzato per inviare spam,
prendendo di mira soprattutto gli account di posta europei.

Dropbox, almeno per il momento, ha
preferito non fornire alcun dettaglio sull'accaduto limitandosi a spiegare che
le attività di analisi e investigazione sono ancora in corso. I tecnici di
Dropbox hanno fatto presente che per ora non è stata rilevata alcuna operazione
non autorizzata nell'ambito dell'intera piattaforma.

_________________________________________________

Cliccate qui e scaricate l'applicazione
gratuita Applicando+

Potrete
leggere Applicando Magazine sul vostro iPad con tutti i Focus, i Servizi, i
Test, i Tutorial e l'archivio storico della rivista

Buona
lettura con Applicando.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here