Dieci candeline per il Disma Music Show

La decima edizione del Salone degli strumenti musicali, delle edizioni musicali e della discografia, promosso da Rimini Fiera e Dismamusica, chiude i battenti con un lusinghiero successo

Con un comunicato stampa gli organizzatori propongono un bilancio dell'ultima edizione del Disma Music Show, al quale ha partecipato anche Applicando con un proprio stand.

---

In base ai dati certificati ISF - novità 2006 - DISMA MUSIC SHOW, e la contemporanea SIB, hanno totalizzato complessivamente 63.585 visitatori (+2,3% nel raffronto omogeneo sul 2004, ultimo anno in cui le due kermesse si erano svolte assieme) di cui ben 8.950 esteri.
Inoltre, le due manifestazioni hanno richiamato 424 giornalisti, di cui 67 esteri (nel 2004 i giornalisti accreditati erano stati 351) e nei quattro giorni di svolgimento si sono succeduti, quasi in non stop, decine di servizi sulle principali reti televisive e radiofoniche nazionali.
SIB e DISMA MUSIC SHOW erano state inaugurate congiuntamente l'11 marzo scorso dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali, On.le Prof. Rocco Buttiglione.
 
Il DISMA MUSIC SHOW 2006, il Salone degli strumenti musicali, delle edizioni musicali e della discografia promosso da Rimini Fiera e Dismamusica, quest'anno è infatti andato in scena, come nel 2004, in contemporanea con il SIB (la Mostra internazionale delle tecnologie per eventi, spettacolo e locali, rivolta in via esclusiva agli operatori del settore).
La manifestazione, alla quale hanno partecipato oltre 400 aziende italiane ed estere, si è sviluppata su otto padiglioni per 25mila mq di esposizione e ha anticipato di oltre due settimane l'appuntamento tedesco con il mercato musicale ("MusikMesse" e Prolight&Sound di Francoforte), posizionandosi nel calendario europeo come il primo evento del settore in ordine temporale dopo il NAMM di Los Angeles.
 
Non sembra conoscer crisi il mercato degli strumenti musicali. L'anno scorso le vendite degli strumenti musicali propriamente detti sono aumentate del 3,6% rispetto al 2004, arrivando a quota 180 milioni di euro, mentre l'intero comparto, comprendente anche sistemi elettronici di amplificazione, edizioni musicali, strumenti didattici, microfoni e computer music, ha realizzato un fatturato totale di 348 milioni di euro, con un incremento del 2,1%.
Sempre nel 2005, gli italiani che hanno acquistato almeno un supporto musicale sono stati oltre un milione, la metà dei quali ha scelto uno strumento non didattico. Per quanto riguarda i diversi strumenti in testa alle preferenze, per pezzi venduti, troviamo gli strumenti a percussione (130mila pezzi) , seguiti da tastiere portatili (123mila), chitarre acustiche (122mila), chitarre elettriche (49mila) e strumenti a fiato (37mila).
 
Quest'anno ha fatto il suo esordio al DISMA MUSIC SHOW, l'Area Musica Digitale, dedicata ai professionisti e agli appassionati dell'universo della musica e del suono digitali. il nuovo orizzonte del digitale, è un mercato dalla crescita inarrestabile negli ultimi anni: dati alla mano, nel 2004 sono state 141 milioni le vendite in Italia di musica in formato digitale, con un aumento del 57,3% rispetto al 2003. L'iPod, il jukebox tascabile digitale, è il simbolo di questa rivoluzione. Nel grande spazio innovativo realizzato con la tecnologia Apple sono andati in scena demo e seminari gratuiti rivolti a musicisti, tecnici del suono e appassionati come "chitarristi su Mac", "iPod Dj" e "Band in ogni Mac".
 
Tra i principali eventi, merita una menzione speciale lo Scuola Musicafestival, il Festival di chi fa musica a scuola, che  ha festeggiato la sua sesta edizione. Promosso da Coram e dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, con la collaborazione di Dismamusica, Associazione Musica! e Siem, Scuola Musicafestival ha avuto il suo culmine nel "Concertone" in "onore"dei 250 anni dalla nascita di Mozart di domenica scorsa con oltre 1.300 ragazzi tra i 6 e i 19 anni che hanno formato la più grande orchestra giovanile del mondo diretta dal Prof. Paolo De Lorenzi, con la partecipazione straordinaria di Angela Ignacchiti e la conduzione di Maria Teresa Ruta.
Tra le novità di quest'anno legate al progetto, spicca il nuovo "Premio Net-Music 1.0" dedicato alla musica elettronica, aperto a tutti i cicli dell'istruzione e realizzato in collaborazione con il "M.I.U.R.", vinto dall'Istituto Tecnico Industriale Iannuzzi di Andria. Il premio "Musica!", alla sua seconda edizione e che vedeva in lizza sette scuole finaliste del secondo ciclo, è invece andato al Liceo socio-psico-pedagogico e Liceo Linguistico Statale E. Palumbo di Brindisi, i cui ragazzi si sono esibiti in "Lacrimosa" dal Requiem di Mozart e in un brano tratto dal film "Sister Act".
 
Grande spettacolo e tanto folklore per Brass Parade, realizzata in collaborazione con Anbima, Dismamusica e De Musica Onlus. In totale, 8 bande, composte da 400 musicisti in rappresentanza di ben 7 regioni italiane hanno dato vita ad uno spettacolo unico. Il primo premio dedicato ad "Antonio Monzino Senior" è stato vinto dalla Fanfara dei bersaglieri "Leopoldo Pellas" di Jesolo, che ha preceduto l'Orchestra di Fiati della Città di Costernino (Brindisi) e il Corpo Bandistico "G. Rossini" di Montelabbate (Pesaro-Urbino).
Tra le note curiose in ambito di eventi infine è da ricordare la "Mostra del disco usato e da collezione" dove migliaia di persone sono andate alla ricerca di "vinili" il cui costo variava da 1 a 3.000 euro. Tra quelli più venduti, Il traino tv è stato sicuramente benefico per Pupo, che compare nella top ten dei vinili del desiderio; anche le scaramucce tra Romina e Albano hanno sortito effetto, tanto che le quotazione del vinile della famosa copia della musica italiana sono alle stelle.

Ricchi di spunti interessanti i diversi convegni andati in scena in contemporanea con la manifestazione. Tra questi la presentazione del progetto "Musicolor" dedicato non solo ai bambini ma anche ai non udenti grazie ad un evolversi imprevedibile di architetture visive, che sfoggiano, con i colori dell'iride, ritmo, intensità e timbro dei suoni della musica classica.
"Con il Progetto Musicolor - spiega il Prof. Giuseppe Caglioti, ideatore del progetto e docente presso il Politecnico di Milano - la musica disegna se stessa e può essere vista. Se ne esalta l'impatto emotivo unendo udito e vista. Non è quindi un prodigio dell'informatica digitale, ma una nuova specie naturale di arte tecnologica che, senza abbandonare la propria dimensione naturale, il tempo, si apre a una nuova dimensione: lo spazio".

Dalla classica, alla liuteria il passo è breve, così, dopo il successo ottenuto negli anni precedenti è stata riproposta l'area riservata alla liuteria con la presenza di alcune delle più prestigiose scuole di liuteria italiane. A fare da corollario a questa presenza, tra le varie iniziative, da segnalare la mostra è a cura del M° Carlo Vettori, e l'attività dell'archettaio. Emilio Slaviero, noto artigiano di Cremona, che ha dato sfoggio in tempo reale della maestria necessaria alla costruzione dell'arco, elemento tanto pregiato quanto delicato.
Molteplici le iniziative e i convegni rivolti alla tutela e alla salvaguardia della musica. Ai giovani hanno pensato EMCA Italia, SIAE (Società Italiana Autori ed Editori), AFI (Associazione dei fonografici Italiani) e IMAIE (Istituto per la Tutela dei diritti degli Artisti, Interpreti ed Esecutori) con l'organizzazione di un vero e proprio gioco a premi dal titolo: "MusicaQuiz". Attraverso simpatiche storie sulla musica, l'arte e la creatività, i ragazzi hanno scoperto il valore e l'influenza della musica italiana nel mondo, i ruoli e le professioni, i diritti e i compensi che spettano a chi realizza attività creative. I giovani allievi hanno imparato anche come si scarica musica legalmente e qual è il ruolo delle società di gestione collettiva dei diritti.
In quest'ottica si è inserito il Progetto Salva La Musica (www.salvalamusica.it), nato per promuovere, divulgare e diffondere la pratica musicale amatoriale quale strumento di formazione nell'educazione e, soprattutto, quale antidoto e recupero al disagio sociale, promosso da De Musica Onlus (www.demusicaonlus.it).
Particolarmente interessante in questo contesto, l'intervento di Dj Francesco al convegno organizzato da Acep Uncla e Unemia su "Una Siae per gli autori" nel quale l'artista ha lanciato la proposta di inserire all'interno dei cd in vendita nei negozi anche una copia già masterizzata al fine di contrastare il fenomeno della "pirateria" anche se, secondo lo stesso Dj Francesco "il supporto cd rappresenta già il passato rispetto alle nuove tecnologie".
 
"Learning to play an instrument is a learning experience for life. Although frustrating at times, it is immensely rewarding" , "Imparare a suonare uno strumento è una lezione di vita. Benché a volte possa parere frustrante, è immensamente gratificante" (J. Lawrence), è stato invece il titolo del convegno a cura di Siem (Società Italiana per l'Educazione Musicale). Da non dimenticare infine l'incontro dedicato al futuro dell'editoria musicale in Italia e le presentazioni di alcune pubblicazioni e volumi dedicati alla liuteria italiana.
 
La prossima edizione della manifestazione si terrà a Rimini Fiera nel marzo 2007.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here