Costruire siti accessibili

UsableNet e IWA/HWG mettono a disposizione uno strumento gratuito per rendere i siti accessibili secondo le normative europee

Il nuovo strumento aiuta i Web Designer a creare siti internet conformi alla normative e-Gov emanate dalla Comunità Europea.

UsableNet, produttore di software per il Web Testing e Repair in ambito Usabilità e Accessibilità, e IWA/HWG International (International Webmasters Association), membro del W3C, mettono a disposizione la nuova "Accessibility Suite W3C/WCAG" per Macromedia Dreamweaver MX; uno strumento completo e gratuito, completo di tutti i test di accessibilità necessari a rendere i siti conformi alla normativa europea, disponibile per Macintosh e anche per Windows, scaricabile da www.usablenet.com.

Dreamweaver è lo strumento adottato dal 70% dei Web Designer professionisti e governativi, e con questo nuovo strumento di UsableNet integrabile in maniera automatica nel conosciuto ambiente di sviluppo di Macromedia, il compito di rendere i siti conformi alle normative in vigore e renderli di facile accesso ai disabili diventa un obiettivo più semplice e facile da raggiungere.

L'"Accessibility Suite W3C/WCAG" consente di testare i siti sulla base dei criteri di accessibilità esattamente come un classico spell-checker opera all'interno di un word processor. Le linee guida applicate sono le WCAG, Priorità Livello 1 e 2 del W3C/WAI, e una volta identificate le violazioni, vengono forniti i metodi per risolvere i problemi in maniera dettagliata, interattivamente all'interno di Dreamweaver.
Le analisi e i test possono essere applicati su pagine singole, cartelle, server, o su interi siti. Uno strumento simile è stato sviluppato per gli utenti USA relativamente alla normative Section 508, ed è usato oggi da più di 240.000 professionisti del Web.

IWA/HWG International ha anche lanciato recentemente il sito Webaccessibile.org, la risorsa in lingua italiana sull'accessibilità che, secondo le parole dei fondatori, "vuole valorizzare temi importanti che permetteranno la reale concretizzazione del sogno di Tim Barners Lee secondo cui il vero potere di Internet consiste nella sua universalità: chiunque deve poter accedere al web con qualsiasi tecnologia e con qualsiasi disabilità deve poter usufuire dei contenuti".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here