Conferenza su FireWire

Microsoft entusiasta del protocollo IEEE1394

(m.n.) Si è svolta ieri a Redmond, nel quartier generale di Microsoft, la prima giornata d'incontri dedicata agli sviluppatori dell'associazione IEEE1394 (i promotori dello standard FireWire).
Durante la giornata, Microsoft ha rilevato l'importanza che ha FireWire per il futuro. I responsabili della casa di Redmond hanno parlato di eHome, una metafora simile al Digital Hub di cui da tempo va parlando Steve Jobs.
L'eHome è una casa che Microsoft vede basata su vari dispositivi che comunicano attraverso vari tipi di reti. FireWire ha un "futuro brillante" all'interno della eHome dal momento che esso può controllare dispositivi su TCP/IP permettendo ad un computer di funzionare come controller per dispositivi e come gateway grazie al quale è possibile interfacciare i dispositivi FireWire con altri dispositivi.
Il keynote è cominciato con Mike Wolf, analista senior della Cahners In-Stat che si è detto convinto della crescita della tecnologia, la quale è di fatto sempre più utilizzata in aree molto vaste (dispositivi consumer, video-editing, memorie di massa e altri dispositivi per il mondo industriale e per quello dell'automazione).
La parola è passata poi a Carl Stork, General Manager e hardware evangelist di Microsoft. Stork ha sottolineato l'avanzato supporto di FireWire nelle varie versioni di Windows dichiarando l'appoggio incondizionato di Microsoft alla tecnologia. Stork ha poi mostrato una rete FireWire basata su TCP/IP usando un PC con Windows XP. Ha collegato un semplice cavo FireWire tra un laptop Sony e un PC desktop e voilà... la connessione in rete è stata creata immediatamente; il laptop poteva condividere file e navigare su Internet sfruttando il PC desktop senza bisogno d'alcuna configurazione aggiuntiva.
Stork ha poi mostrato il Tablet PC di Microsoft spiegando quanto la tecnologia FireWire è stata importante per implementare tutte le caratteristiche vantate dal prodotto. Grazie a FireWire, il Tablet PC può essere utilizzato come periferica di boot d'emergenza, per l'editing di digital video e per vari ruoli nel campo dell'AV.
Dopo Stork è stato il turno di Michael Toutonghi, vice presidente della divisione eHome di Microsoft. Il compito di questa divisione è di ricerca e sviluppo nel campo delle tecnologie legate all'ambiente casalingo. Microsoft ha presentato la propria visione di eHome, la casa del futuro che a Redmond sperano veda la luce fra qualche anno. Per mezzo di un browser Toutonghi ha fatto vedere come sia possibile gestire vari aspetti della casa: controllare la temperatura, eventuali telecamere, tende, ecc. Uno stereo FireWire era controllato tramite TCP/IP su una rete FireWire.
Con l'eHome di Microsoft è possibile controllare qualsiasi dispositivo 1394 che usa IP su una rete FireWire. Un qualsiasi utente all'interno della casa può cambiare la musica riprodotta dallo stereo anche sfruttando un televisore collegato alla rete tramite FireWire.
Domani toccherà ad Apple: nella sessione mattutina saranno illustrate le tecniche per costruire un driver e sfruttare le periferiche con Mac OS X.



Ritorna alla pagina precedente

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here