Brevetti Apple per simil-portatili basati su iPhone e iPad

Quasi certamente non li vedremo mai nella realtà, ma un brevetto concesso ad Apple dimostra che a Cupertino hanno quantomeno studiato la possibilità di produrre alcuni dispositivi "ibridi" che trasformerebbero un iPhone o un iPad in un qualcosa di simile a un MacBook Air. Il brevetto si riferisce infatti a un "dispositivo elettronico accessorio in grado di estendere ed espandere l'utilità di un dispositivo portatile di elaborazione", in pratica un "guscio" di un portatile privo di intelligenza (o quasi).

Considerata la cura che mette Apple nei suoi brevetti, questo appare stranamente breve e generico, segno probabilmente che nemmeno i tecnici che lo hanno redatto credevano molto alla realizzazione delle idee descritte nel documento. In effetti si tratta di una soluzione non particolarmente originale e che è stata già tentata parzialmente nel mondo Windows Phone e più decisamente in quello Android. Ma in entrambi i casi senza grande successo.

brevetti-apple-2Il brevetto Apple descrive in sostanza due tipi di dispositivi. Uno è pensato per iPhone ed è un simil-MacBook in cui inserire lo smartphone dove di norma si troverebbe la trackpad. Il "guscio" aggiungerebbe a iPhone una tastiera e uno schermo più grande ma processore, memoria e software sarebbero ancora quelli di iPhone.

Un secondo dispositivo è fatto a misura di iPad: il tablet si inserisce al posto dello schermo e fa anche, quindi, da elemento di visualizzazione oltre che di elaborazione. Si otterrebbe quindi una specie di MacBook Air "touch".

I "gusci" previsti da Apple sono realizzati in alluminio per dare allo stesso tempo leggerezza e robustezza. La parte di elaborazione è sempre lasciata a iPhone o iPad ma il brevetto non esclude che il guscio possa contenere alcuni componenti elettronici di supporto, come un processore grafico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here