Apple introduce Boot Camp

A sorpresa è stata rilasciata la beta pubblica del software che permette ai Mac Intel di far girare Windows XP

Apple ha reso disponibile Boot Camp, la beta pubblica del software che permette ai Mac basati su architettura Intel di far girare Windows XP. Disponibile come download gratuito, ancora in fase beta, quindi non adatto a sistemi di produzione, Boot Camp permette a tutti quelli che hanno un CD di installazione di Microsoft Windows XP di installare Windows XP su un Mac basato su architettura Intel, e, una volta completata l'installazione, di riavviare il proprio computer per far girare Mac OS X o Windows XP, a scelta. Boot Camp sarà una delle funzionalità di "Leopard," la prossima versione del sistema operativo Mac OS X di Apple, di cui verrà data una preview alla Worldwide Developer Conference di Apple in August.

"Apple non ha alcun desiderio ne' alcun piano di vendere o supportare Windows, ma molti clienti hanno espresso il proprio interesse a far girare Windows sull'hardware superiore di Apple ora che utilizziamo processori Intel," ha affermato Philip Schiller, senior vice president Worldwide Product Marketing di Apple. "Crediamo che Boot Camp renda il Mac ancora più interessante per gli utenti Windows che stanno valutando di fare lo switch."

Boot Camp semplifica l'installazione Windows su un Mac basato su Intel fornendo un'applicativo semplice che assiste passo a passo e graficamente l'utente nella creazione dinamica di una seconda partizione sull' hard disk per Windows (senza modificare i dati presenti sul disco fisso nelal partizione Mac), nella masterizzazione di un CD con tutti i necessari driver Windows, e nell'installazione di Windows da un CD di installazione di Windows XP. Completata l'installazione, gli utenti possono scegliere se far girare Mac OS X o Windows quando riavviano il proprio computer: si sceglie tra i due sistemi operativi semplicemente tenendo premuto il tasto Opzione all'avvio.

Sul numero di maggio di Applicando, prossimamente in edicola, sono presenti le istruzioni su come installare e sfruttare Boot Camp per il dual boot Mac OS X/Windows XP.

Il vantaggio di questa soluzione è che Windows gira nativamente sull'hardware Mac, si evita quindi il degrado di prestazioni dovute all'emulazione; per passare da un sistema operativo all'altro è sempre necessario il riavvio, però. Per tenere contemporaneamente aperti i due ambienti operativi si dovrà sempre ricorrere a software di emulazione come Virtual PC (di cui Microsoft sembra intenzionata a proseguire lo sviluppo, magari puntando alle tecnologie di virtualizzazione che dovrebbero entrare pesantemente in scena entro l'anno venturo) o Parallels Workstation (www.parallels.com). Quest'ultimo software, a quanto dichiarato dalla casa produttrice, sarà peraltro in grado di sfruttare le funzionalità di virtualizzazione hardware che sono presenti nelle prossime generazioni di processori AMD e Intel. Se anche Apple deciderà di percorrere questa strada (e sembra che sia così, in base ai rumour in tal senso che circondano Leopard) potrebbe non essere lontano il momento in cui si potrà far girare diversi sistemi operativi sul Mac, e tutti al massimo delle loro potenzialità.

La beta pubblica di Boot Camp è disponibile come download gratuito da www.apple.com/macosx/bootcamp,  ed è una preview di un software con licenza di utilizzo per test a tempo limitato. La versione finale di Boot Camp sarà disponibile come funzionalità della prossima versione di Mac OS X in arrivo, la 10.5 "Leopard". Apple non fornisce supporto per l'installazione o il funzionamento di Boot Camp e non vende ne' supporta il software Microsoft Windows (la cui licenza deve già essere in nostro possesso). Apple apprezzerà i feedback degli utenti su Boot Camp fatti pervenire attraverso l'indirizzo bootcamp@apple.com.

Requisiti di Sistema
Boot Camp richiede un Mac basato su architettura Intel con una tastiera e mouse USB, o una tastiera e TrackPad integrati; Mac OS X versione 10.4.6 o successiva; gli ultimi aggiornamenti firmware; almeno 10 GB di spazio libero sul disco di avvio; un CD o DVD riscrivibile vergine; una versione single-disc di Windows XP Home Edition o Professional con Service Pack 2 o successiva.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here