Apple I Living Computers: Museums + Labs

La storia è nota: tutto iniziò con due amici in un garage, dai nomi che diventeranno ben presto celebri, Steve “Woz” Wozniak e Steve Jobs, e da un computer di cui ora rimangono in giro poche decine di esemplari, denominato Apple I.

La storia viene ripercorsa in una mostra speciale del Living Computers: Museums + Labs, museo di Seattle dedicato ai computer e alla tecnologia informatica dal 1960 ai giorni nostri. Ironicamente, il museo LCM+L è stato fondato dal co-fondatore di Microsoft Paul Allen.

La nuova mostra permanente, che apre venerdì 14 aprile, è intitolata “From the Garage to the iMac: 1976-1999” e il nome racconta già molto. Il “From the Garage” è da intendere letteralmente, perché il protagonista principale della mostra è un Apple I, e che Apple I: si tratta del computer che soggiornò nell’ufficio di Steve Jobs fino al 1985, dopodiché scomparve. Fino a quando  Paul Allen non ritrovò e acquistò questo esemplare unico per mostrarlo al Living Computers: Museums + Labs. E non c’è solo questo: la mostra ne ospita anche un secondo che, affermano gli organizzatori, è l’unico Apple I operativo e disponibile per l’uso da parte del pubblico.   

Apple I Living Computers: Museums + Labs
Foto Living Computers: Museums + Labs

Apple Computer Company fu fondata il primo aprile del 1976 e un paio di settimane più tardi Wozniak mostrava l’Apple I all’Homebrew Computer Club di Palo Alto. Ne furono prodotti circa 200 di computer Apple I e di questi ne rimangono meno di 70. Si tratta dunque di un vero reperto storico.

Il resto della mostra non è da meno, con la possibilità di vedere esemplari originali di computer Apple II, IIe, Apple III, Lisa, Macintosh, Macintosh SE, iMac, Power Mac G4 e NeXTcube.

Ricordiamo che il più fornito museo Apple del mondo è proprio nel nostro Paese: si chiama All About Apple Museum e si trova a Savona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here