Adobe rende Flash Player ancor più sicuro (e veloce su Mac)

Disponibile la nuova versione 10.0.45.2, la quale elimina una vulnerabilità che consente di “dribblare” i sistemi di sicurezza del computer. La società anticipa inoltre che la nuova edizione 10.1 sarà più rapida con Mac OS che non con Windows.

Adobe ha appena reso disponibile una versione aggiornata di Flash Player. L'installazione
della release 10.0.45.2 consente
di risolvere una vulnerabilità che potrebbe essere sfruttata da un aggressore
per "dribblare" alcune restrizioni di sicurezza riuscendo ad inviare
richieste "cross-domain" non autorizzate. Adobe spiega che mediante
l'applicazione della patch, è possibile risolvere anche un problema che
potrebbe esporre ad attacchi DoS (Denial of Service).
L'attacco potrebbe andare in porto nel caso in cui si dovesse raggiungere una
pagina web contenente un file SWF "maligno".
L'installazione dell'ultima versione di Flash Player, disponibile per tutte le
piattaforme e per i vari browser disponibili sul mercato, permette di mettersi
al riparto da ogni rischio.

Qualunque sia il browser da voi utilizzato, suggeriamo di collegarvi con questa
pagina
in modo tale da verificare la versione di Adobe Flash Player
installata. A questo punto, visitando questa pagina, potrete procedere all'installazione di Flash
Player 10.0.45.2 appena reso disponibile.

E' bene tenere presente che l'operazione deve essere ripetuta per ciascun
browser installato sulla propria macchina perché ognuno usa una tecnologia
differente per supportare Flash.

Oltre all'aggiornamento per Flash Player, Adobe ha dichiarato che il prossimo
16 febbraio rilascerà una patch correttiva destinata agli utenti di Reader ed
Acrobat 9.3 e versioni precedenti. Saranno così risolvibili diverse
vulnerabilità individuate nei due prodotti.

Parlando invece di futuri sviluppi, il Chief Technology
Officer di Adobe Kevin Lynch, in un
post sul blog Adobe
ha affermato che la società si sta impegnando al fine
di rendere più veloce Flash sulla piattaforma Mac. E' risaputo, afferma Lynch,
che Flash, a parità di hardware, sia più veloce in ambiente Windows che non in
ambiente Mac OS. In tal senso, Lynch cita un test effettuato su un Mac Mini con
processore da 1,8 GHz e usando come browser Safari: vedendo un filmato in
formato 480p, con il Mac OS ha avuto un utilizzo della Cpu pari al 34% mentre
con Windows (utilizzato tramite Bootcamp sul medesimo computer) l'utilizzo
della Cpu è sceso al 16%. Per eliminare questa disparità, precisa Lynch, Adobe sta ottimizzando la versione 10.1 di
Flash che è in fase di sviluppo: l'obiettivo è ridurre almeno del 50%
l'utilizzo della Cpu con il Mac OS e quindi rendere il comportamento di Flash
simile sulle due piattaforme.

Ma non solo, questa ottimizzazione della versione 10.1 di
Flash dovrebbe permettere addirittura di avere una gestione del rendering
grafico più veloce con Mac OS che non con Windows.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here