Adobe adatta la Creative Suite ai tablet

In arrivo a maggio la versione 5.5, un passaggio pressoché obbligato al fine di consentire agli sviluppatori di soddisfare la crescente richiesta di applicazione per il mondo dei pad.

Il
rischio di “perdere il treno” dei tablet era troppo grosso e Adobe non se lo
poteva certo permettere. Perciò di fronte alle evoluzioni di mercato ha dovuto
ammettere che i tradizionali 18-24 mesi necessari allo sviluppo di una major
release della sua suite rappresentano oggi un periodo troppo lungo per considerare
i suoi software ancora aggiornati. Ecco quindi arrivare la versione 5.5, la
prima di una serie di upgrade intermedi che saranno messi in commercio a un
anno di distanza da ogni nuova versione della Creative Suite.

Come detto,
molte delle novità della nuova CS 5.5 vanno nella direzione dello sviluppo per tablet,
indipendentemente dalla piattaforma. Ma non solo. Con
i nuovi annunci Adobe ha voluto fa diventare i tablet parte integrante dei
workflow. In questo senso, un nuovo engine di scripting di Adobe Photoshop e un
rinnovato Photoshop Software Development Kit (SDK) permettono agli sviluppatori
di creare applicazioni per tablet capaci di interagire con Photoshop da
dispositivi Android, BlackBerry e iOS.

Adobe ha inoltre annunciato tre nuove applicazioni per iPad: Color
Lava for Photoshop, Eazel for Photoshop e Nav for Photoshop. Con queste tre
app, la società vuole dimostrare le possibilità creative insite nell'utilizzo
di tablet per gestire i workflow Photoshop più comuni. Tali applicazioni
dovrebbero essere disponibili gratuitamente sull'App Store dal prossimo mese di
maggio. Nessuna notizia si è invece avuta riguardo Photoshop per iPad, prodotto di cui si è
molto parlato di recente.

Ma torniamo
alla nuova suite. Di rilievo le innovazioni apportate a In Design, che è sempre
più centrale della produzione di pubblicazioni sia per la stampa sia da fruire
attraverso altri tipi di media, ovviamente primi fra tutti i pad. In
combinazione con il toolset Folio Producer integrato, il nuovo InDesign
CS5.5 permette di aggiungere nuovi livelli di interattività ai layout di pagina
per i tablet. I documenti possono comprendere video, audio, viste panoramiche,
rotazioni degli oggetti a 360 gradi, carrellate e zoom. Ma anche integrazione
di contenuti HTML e HTML5 e altri overlay interattivi per creare esperienze
d'uso più robuste e coinvolgenti. Un aspetto che Adobe ha sottolineato è che le
applicazioni create sono in grado di adattarsi automaticamente al formato dello
schermo del dispositivo su cui vengono fatte girare.

Il supporto di HTML5 in
Dreamweaver CS5.5 offre l'integrazione del framework mobile jQuery per i
contenuti basati su browser e l'integrazione PhoneGap per la progettazione e lo
sviluppo di applicazioni mobili e native. Sono state introdotte anche
importanti innovazioni nel pannello Multiscreen Preview di Dreamweaver per
supportare le novità più recenti in fatto di media query, engine WebKit e
attributi CSS3, rendendo di nuovo possibile la rappresentazione dell'aspetto
del medesimo design su tutti i differenti formati.

Sul versante Flash Professional CS5.5,
la principale innovazione riguarda la funzione Content Scaling che consente di
scalare facilmente i contenuti in tempo reale per adattarli a schermi di
dimensioni differenti, con consistenti risparmi di tempo. Flash Professional CS5.5
incorpora anche la nuova funzione Shared Assets, che ottimizza il processo di
publishing e oltre 20 nuovi snippet di codice per creare applicazioni Adobe AIR
e mobili per accelerometri, gesti multitouch e salvataggio/caricamento dati.

Web Premium CS5.5 include nuove
capacità di emulazione e supporto HTML5 per i più recenti dispositivi mobili
all'interno di Adobe Device Central, software pensato per semplificare la produzione
di contenuti per telefoni cellulari e apparecchi elettronici consumer. Anche Adobe
BrowserLab è stato aggiornato fornendogli capacità di collaudo cross-browser,
che consentono di verificare la resa dei contenuti creati su una vasta gamma di
browser.

Piuttosto curati sono stati anche gli
aspetti inerenti audio e video. Nel primo caso troviamo la disponibilità anche
per Mac di Audition 5.5, il software per l'editing audio che ha in dotazione
un nuovo motore per gli effetti e
il rendering.

Dal canto suo, Premiere 5.5 introduce
la possibilità di gestire separatamente tracce audio e video, potendo
sincronizzare quest'utlimo con dispositivi di registrazione di alta qualità.
Oltre ad aver aumentato il numero di Gpu supportate (sono state incluse anche quelle
dei portatili, ma solo a marchio nVidia), il nuovo software fornisce un maggiore supporto per RED e
altre videocamere senza nastro, compreso il dialogo RED Source Settings in
Premiere Pro e After Effects CS5.5 e il supporto incorporato per un massimo di
5k di media dalle videocamere RED Epic attraverso un'estensione disponibile su
Adobe Labs.

Infine,
After Effects CS5.5 introduce nuove funzioni, quali Warp Stabilizer, Camera
Lens Blur e Light Falloff per permettere all'utente di migliorare il materiale
ripreso in fase di post-produzione. Più in dettaglio, Warp Stabilizer elimina i
movimenti indesiderati della videocamera stabilizzando le scene tremolanti per
far apparire le riprese effettuate con la videocamera in mano ferme come quelle
realizzate con la videocamera montata su uno stabilizzatore meccanico.
L'effetto Camera Lens Blur mima le proprietà delle lenti fisiche per offire una
profondità più realistica delle dissolvenze di campo. L'effetto Light Falloff consente
di simulare il calo dell'illuminazione naturale per riprodurre il comportamento
della luce nelle scene 3D e può essere utilizzato per creare altri effetti
d'intensità luminosa.

Adobe Creative Suite 5.5 sarà disponibile in
italiano dal prossimo mese di maggio ai seguenti prezzi
(senza Iva): 2.479 euro per CS5.5 Master Collection, 1.839 euro per CS5.5
Design Premium, 1.599 euro per CS5.5 Web Premium, 1.679 euro per CS5.5
Production Premium e 1.279 euro per CS5.5 Design Standard. Come sempre, sono
disponibili prezzi particolari per aggiornamenti e acquisti di licenze a
volume.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here