World of Warcraft, ritorno al futuro

World of warcraft warlords of dreanor

Come si inventa la nuova puntata di una saga che coinvolge milioni di giocatori online e che deve trovare sempre stimoli per tenerli legati a un abbonamento mensile? Per la sesta “puntata” di World of Warcraft la software house Blizzard ha fatto due scelte parallele. La prima è stata semplice: estendere il “plot” con un viaggio indietro nel tempo e in una
dimensione parallela. La seconda è stata più complessa e più a rischio: cambiare sensibilmente il gameplay di milioni di persone aggiungendo e togliendo qualcosa praticamente a tutti i tipi di personaggi. Il risultato, lo anticipiamo subito, è stato positivo e lo dimostrano i numeri: dopo il lancio della patch 6.0 - Warlords of Draenor - gli abbonati a WoW hanno superato la soglia dei dieci milioni come non accadeva da anni.

Dicevamo, il colpo di scena da cui parte la storia: sconfitto nell’assedio di Orgrimmar, il cattivo Garrosh Hellscream riesce a fuggire in un pianeta Draenor alternativo, che temporalmente si trova a decenni prima del nostro. Qui evita che gli orchi bevano il sangue del demone Mannoroth (evento che è alla radice di buona parte della storia di World of Warcraft) e li riunisce in una nuova Orda (la Iron Horde) pronta a invadere il nostro mondo e a sottometterlo.

Noi, come protagonisti, sbarchiamo sul Draenor alternativo e smontiamo questa manovra distruggendo il portale tra il nuovo pianeta e la vecchia dimensione. Così facendo però restiamo bloccati sul nuovo (o vecchio? o alternativo? coi viaggi nel tempo e dimensionali non si sa mai…) Draenor: dovremo farci una nuova vita qui e nel frattempo combattere per sconfiggere del tutto la Iron Horde. E non è poco, tanto che una delle novità dell’espansione è l’aumento dei livelli di esperienza a cui un giocatore può arrivare: il massimo era 90, adesso è 100.

________________________________________________________________

Cliccate qui  per continuare la lettura su Applicando di marzo 2015 se volete scoprire come muovervi nel nuovo mondo e quali creature lo popolano.

Cliccate invece qui se volete sfogliare Applicando di marzo 2015.

Chi vuole approfondire la storia e lo stile di gioco di World of Warcraft, il multiplayer online più famoso, può consultare l’articolo all’indirizzo http://www.applicando.com/wcraft/.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here