Vectorworks

Sono molte le novità apportate nella release 2017 di Vectorworks e molte di queste derivano dal feedback e dai suggerimenti provenienti dagli utenti. Ad esempio la Gestione Risorse completamente riprogettata, che consente di trovare con maggiore facilità le risorse che servono per il progetto mediante funzioni potenziate di ricerca e filtro e grazie alla possibilità di assegnare tag. È ora possibile, inoltre, accedere alle risorse direttamente dagli strumenti parametrici del software.

Sono state migliorate anche le funzioni di condivisione del progetto con collaboratori e clienti. È possibile generare un link sul web per dare la possibilità di visualizzare il progetto, a chiunque desideriamo e su qualsiasi device, in una modalità immersiva con visone 3D, grazie alle funzioni webview e virtual reality. In generale, sono state inserite varie opzioni che migliorano il flusso di lavoro: sempre in tema di collaborazione e condivisione, ad esempio, si espande l’integrazione con i servizi cloud, con la possibilità di archiviazione remota su Dropbox, OneDrive, Google Drive e Box. La navigazione delle tavole 2D è stata resa più fluida e responsiva e sono numerose le migliorie tese a ottimizzare il workflow.

Vectorworks

Realizzare l’edizione italiana di un software così articolato e complesso non è un’opera da poco: sentiamo direttamente le parole di Pier Luigi Antonini, amministratore delegato di VideoCOM, distributore esclusivo per l'Italia dei prodotti Vectorworks: “La versione 2017 costituisce una delle più importanti release mai realizzate nella storia del prodotto. Per realizzare la versione in italiano, i nostri tecnici sono stati impegnati per diversi mesi: globalmente il prodotto dispone di quasi 20GB di risorse fra simboli, elementi di libreria e texture.”

Maggiori informazioni sui siti del produttore e di VideoCOM.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO