Siri passa in mano a Craig Federighi: più integrazione con iOS e macOS?

siri
L'icona di Siri

Di solito i cambi di ruolo in Apple non fanno grande notizia. L'unica eccezione riguarda le competenze relative allo sviluppo dei sistemi operativi iOS e macOS: negli anni sapere chi ne fosse il responsabile ha permesso di trarre qualche ipotesi sulle future linee di evoluzione delle piattaforme. Ora la notizia è il passaggio delle competenze legate allo sviluppo di Siri da Eddy Cue a Craig Federighi, come riportato da Reuters.

Si tratta di una scelta che potrebbe dare un ruolo maggiore all'assistente vocale, che al momento viene considerato da molti come una piattaforma interessante ma tutto sommato poco sviluppata per le potenzialità che ha (o avrebbe potuto avere), poco aperta e meno integrata di quanto dovrebbe all'interno di macOS (in iOS va un po' meglio).

Il passaggio nell'area di competenza di Federighi è un segno interessante perché il manager ha principalmente la responsabilità dello sviluppo dei sistemi operativi. Passargli anche Siri lascia pensare a una maggiore integrazione delle funzioni vocali in iOS e macOS. Per contro Eddy Cue è un manager che in Apple si occupa soprattutto dello sviluppo dei contenuti digitali (musica, film...) del mondo iTunes e di iCloud. Cose ben diverse.

Potrebbe essere una decisione importante ora che il controllo vocale si sta affermando come l'interfaccia del futuro e sempre più persone si stanno abituando a comandare smartphone, tablet e computer usando la voce. Apple sta andando avanti su questa strada, ma deve accelerare.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here