Rubek, una storia di cubi e di colori

Con il nome che ha e con un gameplay basato su un cubo e diversi colori, viene da pensare che Rubek non possa poi tanto brillare per originalità. Invece il gioco di Xigma Games ha le sue piacevoli peculiarità, anche se dallo storico cubo di Rubik ha preso la capacità di far spazientire il suo giocatore quando proprio non riesce a combinare i colori come vorrebbe.

Il meccanismo di Rubek è relativamente semplice. Guidiamo un piccolo cubo in un percorso tridimensionale in cui può muoversi liberamente e dobbiamo raggiungere un quadrato-uscita. Facendo swipe in una direzione il cubo rotolerà nello stesso verso, se possibile, appoggiandosi su una nuova faccia.

E i colori? Presto detto. Se spostandosi il cubo finisce su un quadrato colorato con un piccolo segno più al suo interno, la faccia che vi si appoggia diventa dello stesso colore. Questo serve perché il difficile del gioco è che a volte incontriamo sulla nostra strada quadrati colorati, che possiamo oltrepassare solo se su di essi appoggiamo una faccia del cubo con il loro stesso colore.

Lo scopo del gioco è quindi colorare il cubo nella maniera opportuna per passare i vari quadrati colorati e poi, in seconda (ma non tanto) battuta superare ogni livello con il numero minimo di mosse. Più mosse impieghiamo meno “stelline” ci vengono date e, come sempre in questi puzzle game, per sbloccare i livelli più elevati serve un numero minimo di stelline.

Rubek
Developer: Xigma Games
Price: 1,99 €
  • Rubek Screenshot
  • Rubek Screenshot
  • Rubek Screenshot
  • Rubek Screenshot
  • Rubek Screenshot
  • Rubek Screenshot
  • Rubek Screenshot
  • Rubek Screenshot
  • Rubek Screenshot
  • Rubek Screenshot
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO