Punte intercambiabili nel futuro di Apple Pencil?

Come potrebbero essere le prossime versioni di Apple Pencil? Lo lascia forse intendere un nuovo brevetto che è stato assegnato alla casa di Cupertino qualche giorno fa, anche se la richiesta è stata presentata nell’ormai lontano 2011. Il brevetto per un “intelligent stylus” descrive qualcosa di molto simile alla Pencil attuale, ossia una unità che comprende elettronica e sensori per calcolare la sua posizione relativamente a un display, rilevare alcuni parametri aggiuntivi e comunicare il tutto a un oggetto “intelligente” che elabori queste informazioni e adatti di conseguenza ciò che è presentato a schermo.

Pencil già funziona così. Ha un sensore di pressione molto sensibile che valuta la forza con cui premiamo lo stilo sul display dell’iPad Pro e questo comporta ad esempio la visualizzazione a schermo di tratti di matita più o meno spessi. Parallelamente Pencil “comunica” la sua inclinazione per abilitare altri effetti.

pencilLo “stilo” descritto nel brevetto è simile ma prevede punte intercambiabili che vengono identificate dal corpo dello stilo stesso e che hanno sensori diversi l’una dall’altra, il che permette applicazioni sinora non esplorate dello stilo. Ad esempio si prevede una punta a spazzola come un vero pennello, una piccola fotocamera, un sensore cromatico.

Il brevetto prevede anche che stili diversi possano appartenere a utenti diversi e che comunichino questa informazione al tablet, in modo che questo possa fare differenza tra i tratti tracciati da un utente e quelli tracciati da un altro, ad esempio usando diversi colori per mostrarli. Si ipotizza anche la possibilità per lo stilo di identificare il suo utente via impronte digitali.

LASCIA UN COMMENTO