Prisma, l’app che dipinge le foto sul nostro iPhone

Se vi piace applicare effetti artistici alle foto che scattate, l'app del momento (o almeno una delle più popolari) viene da Mosca e si chiama Prisma. Non va confusa con una delle tantissime applicazioni che sovrappongono filtri predefiniti alle immagini: per come la descrivono i suoi sviluppatori è una vera e propria intelligenza artificiale che dipinge le foto che abbiamo fatto creando una nuova immagine in base a quella che le sottoponiamo.

L'elaborazione delle immagini infatti non avviene sul nostro iPhone ma sui server di Prisma, che hanno attive diverse reti neurali progettate per imparare - in un certo senso - a dipingere partendo da uno stile pittorico e applicando le sue caratteristiche alla nostra immagine. Anche per questo gli sviluppatori non parlano di filtri, ma di una vera e propria nuova immagine che viene creata a partire dalla nostra.

Attualmente l'app prevede una ventina di stili/filtri che vanno dai graffiti metropolitani alle raffigurazioni giapponesi (dai manga a Hokusai) fino ad autori come Munch, Kandisky o Lichtenstein. L'idea è quella di aumentare gli effetti nel tempo sino a raggiungere la quarantina, anche per evitare che l'uso dell'app diventi ripetitivo.

Nelle nostre prove i risultati sono sempre stati molto interessanti e dall'aspetto convincente. L'app predilige nettamente le immagini in verticale. L'aspetto principale di cui tenere conto è che l'elaborazione non è istantanea ma richiede qualche secondo, specie se il trasferimento delle immagini avviene via rete cellulare e non Wi-Fi.

LASCIA UN COMMENTO