Power Mac a doppio processore

La nuova gamma professionale Apple presenta un doppio processore PowerPC G4 su tutti i modelli della linea

Mac OS X versione 10.2 "Jaguar" avrà un hardware degno della propria potenza, su cui girare. Apple ha infatti presentato la nuova gamma Power Mac G4, con una piacevolissima sorpresa: tutti i modelli sono bi-processore; montano infatti due PowerPC G4 a frequenze di clock diverse, a seconda della fascia di prezzo.

Si parte con il modello base, dal doppio PowerPC G4 a 867MHz, 256MB di SDRAM DDR PC2100, hard disk Ultra ATA da 60GB e unità DVD/CD-RW, scheda grafica NVIDIA GeForce4 MX
e il consueto modem interno a 56K. Il Bus di sistema è sempre a 133MHz ed è presente 1MB di cache L3 per ogni processore. L'entry level costa 2.278,80 euro, ed è immediatamente disponibile sull'AppleStore o presso i rivenditori autorizzati.

I restanti tre modelli della gamma oltre a processori più veloci presentano anche novità nell'architettura. Il Bus di sistema è infatti a 167MHz e la cache L3 è di 1MB e arriva a 2 MB nel modello più costoso.

I modelli intermedi costano 3.238,80 euro e 4.318,80 euro. Si differenziano per il clock dei processori (uno a 1GHz, il secondo a 1,25GHz), per la cache L3 (come dicevamo), per una maggiore quantità di memoria (512MB RAM e disco Ultra ATA da 120GB nel secondo). Entrambi invece presentano la veloce scheda grafica ATI Radeon 9000 Pro e l'unità DVD-R/CD-RW con cui masterizzare dischi DVD.

Il top della gamma è come al solito senza compromessi. Doppio PowerPC G4 a 1,25GHz, 256K di cache L2
e 2MB di cache L3 per processore, bus di sistema a 167MHz, 2GB di RAM DDR PC2700, 2 x Ultra ATA da 120GB, Unità DVD-R/CD-RW, scheda grafica NVIDIA GeForce4 Titanium e
Modem interno a 56K.

Tutte le schede grafiche incluse nei nuovi Power Mac
hanno il supporto per il dual display. Tutti i Mac dispongono inoltre di quattro slot PCI a 64 bit e uno AGP 4x. Si possono montare fino a quattro dischi rigidi interni e due unità ottiche, i cui slot sono visibili sul frontale, che da parte sua rimane abbastanza simile alla gamma precedente (molti mormoravano di un possibile passaggio al bianco...). Infine, su tutti i modelli si può arrivare a installare fino a 2GB di memoria RAM.
Ma c'è anche un gradito ritorno: l'ingresso audio. E sul pannello anteriore troviamo un'uscita per la cuffia, molto comoda.

PowerMac Doppio Processore

Il primo impatto porterebbe a dire che visto che al momento per Apple non è possibile raddoppiare il clock dei processori, come fanno nel mondo Pc, Steve Jobs ha buttato lì l'ennesima idea geniale: raddoppiamo i processori!
L'idea per noi utenti sembra buona. Bisognerà attendere comunque le prime prove su strada per valutare l'effettivo incremento delle prestazioni. Per i due modelli al top della gamma saremo costretti ad aspettare dalle 6 alle 8 settimane, perché le macchine non sono ancora disponibili.

Molto dipenderà infatti dai 2MB di cache L3 e dal bus di sistema a 167MHz, che dovrebbero rimuovere gran parte dei colli di bottiglia dell'attuale architettura. Si dovrà inoltre verificare quanto i programmi utilizzati per lavoro sfrutteranno il doppio processore, e quante operazioni trarranno beneficio dal nuovo layout dei Power Mac.

Una cosa è verosimilmente certa: l'accoppiata Power Mac dual-processor/Mac OS X 10.2 Jaguar promette scintille.

Le novità delle linee consumer: iMac e eMac

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here