Nuovi MacBook Pro, l’innovativa Touch Bar e l’ostacolo prezzo

Nuovi MacBook Pro 2016

Le indiscrezioni che si sono rincorse per lungo tempo e la conferma fornita dalla foto maldestramente sfuggita ad Apple dei nuovi MacBook Pro e diffusa in rete i giorni scorsi ha sicuramene rovinato la sorpresa. E quindi quando Tim Cook ha presentato la nuova Touch Bar forse si pensava che fosse solo l’inizio di una carrellata di novità davvero innovative, invece così non è stato. Intendiamoci, le modifiche apportate ai nuovi portatili sono molte e di pregio ma, per certe versi, quelle che ti aspetti da una gamma che da tantissimo non viene rinnovata in modo sostanziale.

Così, dato per scontato che i nuovi MacBook Pro sarebbero stati i più sottili, leggeri e veloci di sempre, che lo schermo sarebbe stato più luminoso e ricco di colori rispetto ai modelli precedenti, nella presentazione di Apple è forse mancata quella “chicca” che ti aspetti dalla società di Cupertino, quell’effetto “wow” che ha sempre caratterizzato le sue presentazioni.

La nuova interfaccia che sostituisce la tradizionale fila di tasti funzione con un display Multi-Touch di qualità Retina che adatta comandi e funzioni all’applicazione in uso è davvero un passo avanti. Ma forse un po’ più piccolo di quanto ci si aspettava avrebbe fatto Apple con i nuovi MacBook Pro. Phil Schiller, senior vice president Worldwide Marketing di Apple, ha detto: “Questa settimana segna il 25° anniversario per primo notebook Apple; attraverso gli anni ciascuna generazione ha introdotto nuove innovazioni e possibilità, ed è naturale che questa generazione completamente nuova di MacBook Pro rappresenti il maggior salto in avanti sino ad oggi mai fatto”.

Va dato atto ad Apple che un salto tecnologico c’è stato, è innegabile. Forse però l’attesa per il rinnovo dei portatili era tale che ci si aspettava qualcosa di più. Ma è anche vero che da Apple ti aspetti sempre qualcosa di più, perché sai che può dare di più.

È comunque innegabile che questa volta un salto davvero grande ci sia stato: il prezzo dei computer è cresciuto molto e in Italia è addirittura il più alto. Prendiamo per esempio il nuovo MacBook Pro da 13” con Touch Bar: negli USA costa 1.799 dollari che, considerate le possibili tasse e il cambio attuale, equivalgono circa a 1.800 euro. In Europa costa 1.999 euro e in Italia si arriva a 2.099 euro.

Perciò i molti che attendevano i nuovi MacBook Pro per cambiare il vecchio portatile devono mettere in preventivo una spesa piuttosto rilevante.

LASCIA UN COMMENTO