Nelle reti wireless, per lo streaming di musica e film non serve più il router

Collegamenti senza fili –

I sempre più diffusi dispositivi multimediali Digital Living Network Alliance potranno scambiare direttamente audio e video con i prodotti cerificati Wi-Fi Direct, senza dover più passare per hot spot e router wireless.

Si chiama DLNA ("Digital Living
Network Alliance
") lo standard nato dalla collaborazione tra numerose
famose aziende (tra queste ricordiamo Intel, Microsoft, Samsung, Sony, Sharp,
Philips, Panasonic, LG e Toshiba) che ha l'obiettivo di fissare un sistema
universalmente condiviso per semplificare la comunicazione, all'interno di una
rete locale, tra i dispositivi multimediali in grado di veicolare flussi audio
e video.

Tra i dispositivi compatibili DLNA ci sono i
cosiddetti "digital media server" e i "digital media
player
": i primi ospitano i contenuti multimediali e li mettono a
disposizione, attraverso la rete locale, dei secondi. Fra i device compatibili
con le specifiche DLNA vi sono personal computer, smartphone, tablet, lettori
DVD da tavolo e così via.

La novità è che le aziende che si occupano di
aggiornare le specifiche DLNA hanno deciso di supportare il nuovo Wi-Fi
Direct.
Questo consente di
connettere direttamente più dispositivi wireless senza l'impiego di alcun
hotspot. Abbracciando le specifiche Wi-Fi Direct, i dispositivi DLNA potranno
così colloquiare in modo diretto, senza più dover passare - per esempio - per
un router.

C'è poi un importante vantaggio: solo uno dei
dispositivi DLNA dovrà essere compatibile anche con Wi-Fi Direct dal momento
che i device più vecchi "tratteranno" la connessione wireless come un
normale collegamento Wi-Fi di tipo tradizionale.

Sebbene molti dispositivi siano già capaci di
scambiarsi flussi audio e video, in modo diretto, ricorrendo ad AirPlay o a
Bluetooth, l'accoppiata DLNA - Wi-Fi Direct offre un'ulteriore importante
alternativa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here