Come attivare la modalità di ripristino per iPhone

modalità di ripristino

Non accade molto spesso ma non è nemmeno un'eventualità così improbabile: per qualche problema software non ben identificato il nostro iPhone non dà più segni di vita dopo l'avvio. Spesso in questi casi rimaniamo a guardare il simbolino di Apple che campeggia sullo schermo. E spesso questo problema si verifica dopo un aggiornamento software che non va completamente a buon fine.

Per queste evenienze iOS è dotato di una modalità di ripristino simile a quella di macOS. Si tratta cioè di un mezzo per riportare un iPhone a una configurazione stabile, recuperando una versione adatta di iOS direttamente da Apple. Per farlo serve iTunes e serve che questo sia aggiornato alla versione più recente.

iTunes deve "vedere" l'iPhone al lancio, quindi se il software è già attivo dobbiamo chiuderlo. Colleghiamo quindi l'iPhone al Mac o al PC e lanciamo iTunes. A questo punto dobbiamo forzare il riavvio di iPhone usando i suoi pulsanti di controllo.

Su iPhone 6s e versioni precedenti,premiamo e teniamo premuti contemporaneamente i tasti Standby e Home. iPhone riparte e visualizza il logo Apple, noi continuiamo a tenere premuti i tasti finché non appare la schermata della modalità di ripristino, ossia un cavetto Lightning che si collega al simbolo di iTunes.

iPhone 7 o iPhone 7 Plus non hanno un tasto Home fisico da premere e quello simulato via feedback aptico non funziona quando lo smartphone è spento. Il tasto da premere insieme a Standby è quello per abbassare il volume.

Arrivati alla modalità di ripristino possiamo scegliere se recuperare lo stato di iPhone da un backup oppure ripristinare da zero iPhone. In questo caso iTunes scarica da Apple una versione corretta di iOS e la applica allo smartphone senza cancellare i dati presenti su di esso. I problemi dovrebbero così essere risolti. Ovviamente lo stesso approccio vale anche per iPad e iPod touch.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here