Microsoft non ha le app, allora le inventa modificando i siti Internet

Mobile –

La pietra filosofale del Web, capace di mostrare i siti come fossero app, sarebbe Internet Explorer 9: il nuovo approccio permetterebbe di sfruttare il vantaggio del browser per recuperare un po’ del terreno perso sul fronte tablet.

Tra le strategie per il successo nei tablet, Microsoft sta preparando una sorpresina. Non potendo competere direttamente e immediatamente con Apple o Android sul fronte delle Apps, propone di riscrivere con estetica da App le pagine web. Questa interessante idea è tra le basi di Internet Explorer 9, la nuova versione del browser, già in giro in beta ma probabilmente disponibile in versione matura da aprile.

Secondo Mary Jo Foley, infatti, "con IE9 i siti web sembrano apps sulla taskbar", dice l'esperta di ZdNet, "con il supporto di jumplist per andare direttamente a specifiche aree dei siti". Mary Jo dichiara di aver letto queste informazioni da un testo che Microsoft darebbe agli incaricati delle demo di tablet ai futuri clienti.

Secondo il Windows Blog la beta di IE9 è stata scaricata 23 milioni di volte (fonte: Net Applications), un dato che assegna al browser lo 0,5% della diffusione mondiale; nell'area di Windows 7 il dato cresce all'1,82%, percentuali piccole in assoluto ma molto interessanti se si pensa che si tratta solo di una versione preliminare.

Microsoft ritiene IE9 centrale per la sua strategia sui tablet. Tutti i commentatori suggeriscono alla mamma di Windows di concentrarsi sui tablet più che sugli smartphone, sottolineando che la stessa interfaccia di Phone System sia più adatta a questo form factor che non ai piccoli schermi degli smartphone, anche se alcuni sostengono addirittura che un mercato potrebbe essere quello dei feature phone.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here