Mercato smartphone, l’iPhone 6 fa già sentire la sua presenza

Scenari –

I dati di Kantar Worldpanel ComTech non riescono ancora a dare la misura dell’interesse verso i nuovi smartphone Apple, ma qualche indicatore già c’è. In Cina continua l’effetto Xiaomi.

È sicuramente prematuro misurare l'effetto iPhone 6 sulle vendite di smartphone nel terzo trimestre dell'anno, ma secondo Kantar Worldpanel ComTech, che ha appena rilasciato i dati relative al period in esame, qualche indicatore già emerge, a sottolineare una nuova vivacità nel comparto.

In generale la società di ricerca sottolinea che già nei primi giorni dall'inizio della commercializzazione dei nuovi dispositivi, la domanda è risultata alta in tutti i mercati europei. Nel Regno Unito, dove le consegne dei nuovi iPhone sono iniziate il 19 settembre, Apple ha registrato un incremento delle vendite dell'1,7 per cento anno su anno. E in generale, l'87% delle vendite sono state appannaggio di utenti esistenti di iPhone, interessati all'upgrade, a riprova dell'importanza della fedeltà al brand. Perché la domanda possa decollare anche da parte di utenti provenienti da altre piattaforme, bisognerà probabilmente aspettare offerte e promozioni da parte dei provider.

In generale, è interessante analizzare i dati Kantar, non limitandosi al proprio mercato di riferimento, ma ampliando la copertura alle altre geografie, per capire meglio capire le dinamiche in atto.
Così, negli Stati Uniti, il fronte Android, che vale il 61,8 per cento del mercato, si rafforza con l'aiuto di LG e Motorola, che con i loro ultimi modelli rappresentano una interessante alternativa a Samsung e Htc. Apple vale il 32,6 per cento del mercato e, nonostante sia in calo del 3,3% anno su anno, la domanda di iPhone 6 potrebbe rappresentare una buona spinta per i mesi a venire.
Windows Phone si ferma invece al 4,3 per cento.

In Cina, dove Android rappresenta l'83,4 del mercato, Xiaomi conferma il proprio ruolo di leader, con una share del 30,3%, sufficiente a tenere a buona distanza Samsung, ferma al 18,4 per cento.
iOS supera di poco il 15%, mentre Windows Phone è in calo e non raggiunge l'1% del mercato. Sarà interessante analizzare le performance di Apple quando iPhone 6 sarà commercializzato nel Paese.

L'Europa a 5, che include UK, Germania, Francia, Italia e Spagna, vede Android crescere fino a sfiorare il 74% di share, seguito da iOS, che passa dal 13,9 al 15,4%, e da Windows Phone, in leggera scivolata dal 9,4 al 9,2%.
L'Italia è il Paese nel quale Windows Phone cresce di più, passando dal 13,7 al 15,2 per cento. Una percentuale sufficiente a superare iOS, fermo al 10,4 per cento. Android continua a veleggiare alla soglia del 72%.
UK e Francia continuano a rappresentare mercati importanti per il sistema operativo di Microsoft, mentre la Spagna è la più devota ad Android, con una share pari al 90,4%.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here