Mancano gli schermi per i tablet? Li ha comprati tutti Apple

Strategie –

Secondo il sito economico Digitimes, la società guidata da Steve Jobs si sarebbe accaparrata il 60% della produzione mondiale, creando una certa penuria di display touch. E questo potrebbe mettere in difficoltà gli approvvigionamenti dei concorrenti.

Si paventa una penuria di display touch. Il motivo? Per
raggiungere l'obiettivo di vendere 40 milioni di iPad nel 2011, Apple si è
accaparrata il 60% della produzione globale, rendendo difficile
l'approvvigionamento per le altre aziende. Questo è quanto riporta l'autorevole sito economico
taiwanese Digitimes, secondo il quale concorrenti di Apple del calibro di Rim,
Motorola o HP potrebbero incontrare seri problemi a reperire pannelli touch di
tipo capacitivo e altre aziende che operano nel settore tablet (o che ci
vorrebero entrare) potrebbero essere addirittura tagliate fuori dal mercato a
causa della carenza dei display.

Un'alternativa potrebbe essere utilizzare pannelli a film
sottile anziché di vetro (in pratica quelli usati nei cellulari), però, precisa
Digitimes, tale tecnologia presenta caratteristiche differenti in termini di
durata e “sensazione di utilizzo”. Per questo, il film sottile non è al momento
in grado di sostituire il vetro.

D'altro canto, suggerisce Digitimes, l'essersi assicurata gran
parte della produzione mondiale (i principali costruttori sono Wintek e TPK),
non solo permette ad Apple di dormire sonni tranquilli per le sue forniture di iPad
ma le fornisce anche un certo vantaggio commerciale perché ha automaticamente
ridotto la disponibilità dei prodotti concorrenti.

Proprio per ovviare a questo problema, alcune società, tra
cui Acer, HP e Samsung si sono già rivolte a fornitori alternativi di pannelli
(Sintek
Photronic, EETI, AimCore Technology e J Touch) offrendosi di fare quanto
nelle loro possibilità per aiutarli a incrementare la produzione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here