macOS Sierra: ora si installa solo con il consenso di Apple

macOS Sierra

Non sapete se il vostro Mac può gestire macOS Sierra? Niente paura: adesso ci pensa direttamente Apple a stabilirlo e a scaricare automaticamente l'aggiornamento del sistema operativo sui Mac compatibili. A partire da queste ore Apple ha infatti inserito anche Sierra tra gli elementi contemplati dai download automatici del Mac App Store.

In pratica, sarà il nostro Mac (per essere più precisi la funzione Aggiornamento Software in sinergia con Mac App Store) a determinare se la sua configurazione supporta macOS Sierra. In caso positivo eseguirà il download in background del relativo installer, senza che noi utenti ci accorgiamo di nulla.

Una volta scaricato l'installer di macOS Sierra, il Mac avvisa l'utente che la nuova versione del sistema operativo può essere installata. L'installazione infatti non parte senza l'autorizzazione dell'utente. Per evitare problemi, inoltre, il download automatico non avviene su computer che non hanno spazio sufficiente e l'installer già scaricato viene cancellato automaticamente se lo spazio libero su disco è troppo poco.

Questa funzione di download automatico di macOS Sierra si sta "propagando" tra gli utenti in queste settimane, quindi non è immediatamente visibile e disponibile per tutti. Chi non la vuole affatto deve disabilitare la funzione di download automatico degli aggiornamenti, che si trova nella sezione App Store delle Preferenze di Sistema.

mac-app-store-pref

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO