macOS Sierra: come lanciare le app scaricate da Internet

app scaricate

In OS X El Capitan la gestione della sicurezza del Mac per quanto riguarda il lancio di applicazioni generiche è demandata a Gatekeeper, la funzione del sistema operativo che si configura dal pannello Sicurezza e Privacy > Generali delle Preferenze di Sistema. Ci sono tre livelli di controllo e filtro delle app, corrispondenti ad altrettante opzioni per la dicitura Consenti app scaricate da.

Scegliendo Mac App Store si autorizza l’esecuzione solo delle app scaricate appunto dallo store di Apple. Con Mac App Store e sviluppatori identificati si permette anche l’esecuzione delle app firmate digitalmente da sviluppatori e software house riconosciute da Apple. Infine, Ovunque apre all’esecuzione di app scaricate anche dal web e programmate da chiunque. Ovviamente si tratta dell’opzione meno sicura.

Il salto a Sierra

Ovunque è un’opzione così poco sicura che in macOS Sierra è stata eliminata. Non è che Apple non si fidi o che voglia portare tutti gli sviluppatori Mac sul Mac App Store, semplicemente togliendo l’opzione intende mettere tranquilli gli utenti: in questo modo di default non è possibile eseguire applicazioni sconosciute.

sierra-gk
Il nuovo pannello di macOS Sierra con le impostazioni per Gatekeeper

In linea di massima saremmo anche d’accordo con l’impostazione di Sierra, che va bene per la gran parte degli utenti. Chi però ha a che fare con software particolari o con il mondo open source deve conoscere anche i (due) modi per aggirare questa impostazione. E scoprire che Sierra è meno “ostile” di quanto possa sembrare.

La prima strada per eseguire un’app di uno sviluppatore non certificato da Apple è quella che abbiamo sempre usato. Si attiva il menu contestuale dell’app e si clicca su Apri. Sierra avvisa che l’app viene da uno sviluppatore non identificato ma cliccando sul pulsante Apri permette comunque il lancio dell’app. Tutto come già negli OS X precedenti.

Ripassare dalle Preferenze

Questo metodo però non è proprio intuitivo. O quantomeno pare che Apple non consideri semplice e logico l’avvio delle applicazioni da menu contestuale, così ha aggiunto un meccanismo in più che rende l’autorizzazione di un’app sconosciuta una funzione meno “nascosta” del sistema operativo.

Quando si cerca di avviare un’app non certificata nella maniera classica – il doppio clic – macOS Sierra ne tiene traccia e ricorda che abbiamo provato a lanciare un software che non conosce. Se a questo punto ci portiamo nuovamente nella sezione di Gatekeeper delle Preferenze di Sistema, notiamo che il nostro tentativo ci viene segnalato.

sierra-gk-2In sintesi, è come se Gatekeeper ritenesse che se abbiamo cercato di avviare un’applicazione forse avevamo i nostri motivi e ci offre, con il pulsante Apri comunque, la possibilità di autorizzare una volta per tutte quell’app.