macOS 10.12.4 beta rivela le CPU dei prossimi MacBook Pro

Quando arriveranno non si sa, probabilmente in estate, ma a quanto pare possiamo già ragionare su che tipo di processori conterranno i prossimi aggiornamenti dei MacBook Pro lanciati lo scorso dicembre. Le indicazioni vengono dal codice stesso di macOS 10.12.4, che è stato distribuito nella versione beta ed è stato come sempre esaminato in profondità.

E proprio dall’esame del codice si è scoperto che macOS 10.12.4 fa riferimento a modelli di MacBook Pro che ora non ci sono ma su cui dovrà ovviamente girare. Per la precisione il codice fa riferimento a modelli di motherboard che non sono ancora disponibili e che sono associati a specifici modelli di portatile.

La "visione" di Intel per le applicazioni dei processori Kaby Lake
La "visione" di Intel per le applicazioni dei processori Kaby Lake

Al netto dei tecnicismi - che potete leggere nel post di chi ha fatto la scoperta in macOS 10.12.4 - si suppone che il MacBook Pro da 13 pollici senza Touch Bar passi ai processori di settima generazione Kaby Lake con due CPU Intel Core i5 da 2,2 e 2,5 GHz. La frequenza di clock è molto simile a quella delle CPU Skylake già usate al momento, quindi il guadagno medio in prestazioni potrebbe essere intorno al 15-20 percento. Migliora anche la grafica, con l’adozione del chip Iris Plus Graphics 640.

Il MacBook Pro da 13 pollici con Touch Bar dovrebbe essere aggiornato con tre nuovi processori Kaby Lake: due Core i5 (da 3,1 e 3,3 GHz) e un Core i7 da 3,5 GHz. Per il guadagno in prestazioni valgono le stesse considerazioni fatte prima e anche qui migliora la parte grafica grazie al chip Iris Plus Graphics 650.

Acer Swift 7, uno dei primi portatili con processore Kaby Lake Core i7 della linea U
Acer Swift 7, uno dei primi portatili con processore Kaby Lake Core i7 della linea U

Infine, il MacBook Pro da 15 pollici con Touch Bar dovrebbe adottare tre processori Kaby Lake Core i7 con frequenze da 2,8 a 3,1 GHz e chip grafico Intel HD Graphics 630.

Le previsioni sono plausibili e in linea con quello che tutti si aspettano, ossia la sostituzione delle CPU Skylake - ormai datate - con i nuovi modelli. Si ipotizza che insieme ai nuovi processori Apple porti ai MacBook Pro anche un chip ARM per la gestione di Power Nap e la possibilità di gestire sino a 32 GB di memoria. C’è chi ritiene anche che alcuni modelli di fine 2016 potrebbero restare in vendita a prezzo scontato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here