MacBook Pro 2016

Le porte Thunderbolt 3 USB‑C dei nuovi MacBook Pro 2016 rappresentano il futuro (prossimo) per la connessione dati (e non solo): lo stesso connettore può essere utilizzato per la ricarica del portatile, per il video DisplayPort e per il transito dati via Thunderbolt (fino a 40 Gbps) e USB 3.1 (fino a 10 Gbps). Prestazioni e praticità sono innegabili. Altrettanto innegabile è che, almeno in un primo periodo di transizione, un gran numero di dispositivi e periferiche non possono essere collegate fisicamente al MacBook Pro 2016 senza un apposito cavo o adattatore, e ciò ha ispirato più di un disappunto soprattutto tra gli utenti “pro”, che fanno ampio uso di apparecchi esterni (anche se questo non sta impedendo al nuovo gioiello di Cupertino di ottenere ottimi risultati di vendita).

Se è vero che i produttori di periferiche e accessori stanno seguendo anch’essi la strada intrapresa da Apple, è altrettanto vero che gli utenti vorrebbero magari continuare a utilizzare i dispositivi già in loro possesso che non prevedono connettori USB-C. Ne è consapevole la stessa Apple, che ha attivato una serie di sconti su cavi e periferiche USB-C. A prescindere dagli sconti, c’è comunque ampia disponibilità di cavi e adattatori per poter collegare ai MacBook Pro 2016 anche gli apparecchi già esistenti basati su altri tipi di connessione (se abbiamo dei dubbi su questo labirinto di standard, protocolli e porte, qui facciamo un po’ di chiarezza).

Vediamo quelli più comunemente utili.

1. Adattatore da USB-C a USB

Pressoché indispensabile: saranno poche, sempre che esistano, le case e gli uffici in cui non c’è almeno un dispositivo che abbia bisogno della porta USB standard. L’adattatore Apple da USB‑C a USB serve a connettere chiavette, fotocamere e altre periferiche USB. E serve anche per sincronizzare e ricaricare iPhone, iPad e iPod, che altrimenti (paradossalmente) non potrebbero essere collegati fisicamente al MacBook Pro 2016. Per fortuna rientra tra i prodotti offerti su Apple Store a prezzo speciale (9 euro, per l’esattezza), ma solo per un periodo limitato: l’offerta scade il 31 dicembre 2016 e Apple segnala che “sono previsti limiti di quantità” sui prodotti in offerta.

2. Cavo da USB-C a Lightning

Dicevamo della ricarica e della sincronizzazione dei dispositivi iOS: il cavo Apple da USB-C a Lightning serve proprio a questo, a collegare iPhone, iPad e iPod dotati di connettore Lightning alla porta Thunderbolt 3 USB‑C del MacBook Pro 2016 (o alla porta USB‑C del MacBook). Anch’esso è tra i prodotti in offerta e al momento costa 25 euro nella lunghezza da 1 metro, 35 euro da 2 metri, che comunque non è poco.

3. Adattatore multiporta da USB-C a AV digitale

L’adattatore multiporta Apple da USB-C ad AV digitale offre un’uscita video per collegare il MacBook Pro 2016 a una Tv o a un monitor dotati di HDMI. Oltre alla porta video HDMI, l’adattatore multiporta Apple da USB-C ad AV digitale integra anche una porta USB standard per connettere dispositivi esterni e una porta USB‑C per la ricarica del portatile. È anch’esso offerto al momento al prezzo speciale di 59 euro, su Apple Store. Esiste anche una versione con porta VGA.

4. Adattatore da Thunderbolt 3 (USB-C) a Thunderbolt 2

Probabilmente interessa un numero inferiore di utenti, ma per questi l’adattatore da Thunderbolt 3 (USB-C) a Thunderbolt 2 potrebbe rivelarsi altrettanto indispensabile: serve per collegare dispositivi Thunderbolt e Thunderbolt 2 al MacBook Pro e rientra anch’esso tra i prodotti in offerta.

5. Lettore di schede SanDisk Extreme Pro SD UHS‑II con connettore USB‑C

Per molti utenti, professionali e non, estrarre la scheda SD dalla fotocamera o videocamera e inserirla nel Mac per copiare foto e video è una delle operazioni più familiari e ricorrenti. Agli “orfani” del lettore di schede SD incorporato ha pensato SanDisk con questo lettore di schede SanDisk Extreme Pro SD UHS‑II con connettore USB‑C in grado di trasferire dati ad alta velocità. Costa circa 40 euro.

6. Adattatore Belkin da USB-C a Gigabit Ethernet

Oltre ai cavi e adattatori Apple, ci sono ovviamente le offerte di produttori terze parti. Uno specialista in questo tipo di accessori è senz’altro Belkin. Per il MacBook Pro 2016 la rete è wireless, ma se vi trovate in un network che vi fa sentire la nostalgia della solidità e delle prestazioni del buon vecchio cavo, questo adattatore Belkin da USB-C a Gigabit Ethernet potrebbe essere la risposta. Per 29 euro vi riporta sui binari rassicuranti della porta RJ-45 Gigabit Ethernet 10/100/1000BASE‑T e non c’è nulla di cui vergognarsi.

7. Cavo di ricarica da USB-C a Mini-B di Belkin (USB 2.0)

Belkin propone una serie di altri cavi e adattatori USB-C tra i quali vari per diversi tipi di connettori USB: Mini-B, Micro-B e altri. Sono disponibili su Apple Store o presso Attiva e i rivenditori autorizzati.

8. Thunderbolt 3 Express Dock HD

Sempre di Belkin, avevamo già segnalato questa che rappresenta una interessante soluzione all-in-one per chi deve gestire diverse connessioni per vari dispositivi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO