I Mac fanno risparmiare rispetto ai PC: lo dice IBM

imac-boot avvio del mac

Come risparmiare sui costi di gestione dei computer in azienda? Basta usare i Mac. E questo non lo dicono gli appassionati sfegatati di Apple ma, numeri alla mano, nientemeno che IBM. L'anno scorso il gigante dell'informatica aziendale ha avviato l'iniziativa Mac@IBM, lasciando scegliere ai propri dipendenti se il loro computer aziendale dovesse essere un Mac o un PC Windows. Questo ha portato all'installazione di circa 30 mila nuovi Mac nel corso del 2015 ma il numero è poi progressivamente cresciuto: attualmente ci sono circa 90 mila Mac in uso in IBM, il che rappresenta la più grande installazione aziendale di computer con la Mela.

IBM usa il software di Jamf per gestire remotamente i Mac installati e alla Jamf Nation User Conference che è in corso in questi giorni Fletcher Previn, responsabile Workplace as a Service di IBM, ha dato qualche cifra in più che giustifica l'adozione dei Mac anche come piattaforma aziendale generica, non solo nei classici ambiti legati alla creatività.

Previn ha spiegato che i PC Windows generano il doppio di chiamate al servizio di supporto tecnico interno rispetto ai Mac e hanno un costo di gestione più elevato nel lungo termine (quattro anni di vita stimati). A seconda del modello, ciascun Mac adottato comporta un risparmio compreso tra 273 e 543 dollari. Una cifra importante se moltiplicata per il numero di Mac.

Numero che peraltro in IBM continuerà a crescere: entro fine 2016 si prevede che ci saranno oltre 100 mila Mac installati su una "popolazione" di circa 400 mila dipendenti in tutto il mondo. Il ritmo di diffusione dei Mac in IBM si aggira intorno ai 1.300 nuovi computer a settimana, anche perché - ha concluso Previn - "ogni Mac che acquistiamo in realtà fa risparmiare soldi a IBM".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO