Mac: a caccia dei caratteri speciali di OS X

caratteri speciali

Per chi scrive articoli tecnici è molto utile avere a disposizione le varie sequenze di caratteri alternativi che fanno parte della dotazione standard di ormai qualsiasi sistema operativo. Non sono caratteri di uso frequente per l'utente medio, ma non sono nemmeno così strani: caratteri fonetici, Braille, simboli degli standard, note musicali e via dicendo sino ai caratteri di alfabeti diversi da quelli latino e greco. Magari non è noto a chiunque ma OS X ha tutto questo e anche di più. Volete scrivere in alfabeto etiope? Nessun problema. Balinese? C'è. Inserire il simbolo universale del riciclo? Si può fare. Ci sono anche i simboli della tastiera del Mac, che sembrano una cosa ovvia ma di primo acchito non li si vede.

Il punto è proprio questo: la configurazione di default della gestione dei caratteri speciali è un po' troppo "riservata" e nasconde non solo quelli che quasi certamente non useremo ma anche alcuni più comuni. Ma è facile tirarli fuori.

In un qualsiasi programma di editing, anche il semplice TextEdit, diamo il comando Modifica > Emoji e simboli. Sarà comunque sempre questo il modo in cui accederemo ai nostri caratteri speciali. Il comando fa apparire una finestra Caratteri piccola semplificata o una estesa. A noi serve la seconda, se appare la prima clicchiamo sull'icona con una finestra, in alto a destra.

La finestra Caratteri di OS X
La finestra Caratteri di OS X

Nella finestra estesa sono visualizzate dieci categorie di simboli a partire dagli emoji. L'ordine in cui sono è liberamente modificabile, basta trascinarle per cambiarlo. In realtà OS X ha molti più simboli: facciamo clic sul piccolo menu in alto a sinistra, col simbolo dell'ingranaggio, e scegliamo il comando Personalizza elenco. Ecco che appaiono tutti i caratteri, suddivisi in una trentina di categorie principali e altre sette macro-categorie di caratteri orientali, antichi e comunque per esigenze davvero specifiche.

Quali ci possono servire? A noi interessano i Simboli tecnici, quindi diamo un segno di spunta alla relativa casella. A seconda delle nostre esigenze possiamo decidere di attivare anche altre classi di caratteri speciali. Quando abbiamo selezionato tutti quelli che ci interessano clicchiamo sul pulsante Fine. Le categorie attivate appaiono immediatamente nella barra laterale sinistra del selettore di caratteri.

Per comodità la finestra Caratteri tiene traccia dei caratteri che usiamo di frequente e possiamo anche popolare una sezione Preferiti con il pulsante Aggiungi ai preferiti che si trova sotto l'anteprima di ciascun carattere quando lo selezioniamo.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO