L’Irlanda farà appello contro la mega-multa ad Apple

Store Apple Union Square

Il Governo di Dublino ha deciso di presentare appello contro la decisione della Commissione Europea che sostanzialmente gli impone di esigere qualcosa come 13 miliardi di euro di tasse non pagate. Secondo le autorità europee l’Irlanda avrebbe concesso ad Apple un trattamento di favore nel calcolo delle tasse dovute, un trattamento che si configura come un aiuto di Stato e non è quindi ammesso dalla UE.

La decisione del Governo è solo il primo passo, perché nei prossimi giorni sarà chiesto al Parlamento di approvarla. Non dovrebbero esserci problemi in questo senso perché i partiti più importanti sono concordi sulla necessità di presentare appello. Dublino d’altronde non ritiene di poter abbandonare un regime di tassazione favorevole che ha portato molte multinazionali a insediarsi in Irlanda e creare lavoro.

Sull’altro piatto della bilancia ci sono i famosi 13 miliardi di tasse che secondo la UE andrebbero versati nelle casse di Dublino. Secondo alcuni partiti di opposizione si tratta di una somma troppo elevata per ignorarla, ma tutto fa pensare che la decisione di presentare appello sarà ratificata a breve.

Apple ha già annunciato che presenterà appello anch’essa, considerando di aver rispettato in tutto le normative fiscali della nazione che la ospita.

LASCIA UN COMMENTO