L’iPad mini? Ad Apple costa “solo” 188 dollari

Analisi –

Lo sostiene la società IHS, precisando che i calcoli si riferiscono al modello da 16 GB Wi-Fi e considerano solo il materiale ma non le spese per le attività di ricerca e sviluppo e per il lancio del nuovo device. E nemmeno l’assemblaggio, che costa 10 dollari.

Come accaduto per i dispositivi precedentemente commercializzati
da Apple così come da altre società concorrenti, gli esperti di IHS
(che ha acquisito la nota azienda specializzata nelle ricerche di mercato, iSuppli)
hanno valutato i costi di produzione del nuovo iPad mini. Lanciato sul
mercato anche nel nostro Paese, il tablet supercompatto col simbolo della mela
morsicata costerebbe ad Apple circa 188 dollari. Dal momento che, nella
versione base, il dispositivo viene venduto al prezzo di 329 dollari, il
guadagno per Apple ammonterebbe a 141 dollari. Il profitto dovrebbe essere
aumentato di 90 dollari nel caso nella versione dell'iPad mini dotata di 32 GB
di memoria e di ben 171 dollari per quella equipaggiata con 64 GB di memoria.

Da tali cifre, vanno ovviamente tolti i costi per le attività di ricerca e
sviluppo insieme con altre spese che Apple è costretta ad affrontare per il
lancio di un nuovo device come l'iPad mini. Lo studio elaborato da IHS,
tuttavia, dovrebbe offrire un quadro piuttosto attendibile dei
"margini" di Apple che, evidentemente, si fanno più
"corposi" con la commercializzazione delle versioni del tablet dotate
di più ampi quantitativi di memoria. Questo perché l'aggiunta di 16 GB di memoria costerebbe ad Apple 9,20 dollari.

Gli esperti di IHS hanno però voluto porre l'accento su un altro
aspetto: Samsung non ha realizzato i display del nuovo iPad mini. Come
suggerivano alcune indiscrezioni, aprendo la scocca del nuovo device della
Mela, ci si accorge che lo schermo è stato prodotto da LG ed AU Optronics.
Il display, che utilizza una nuova tecnologia battezzata GF2 (l'obiettivo è
quello di rendere lo schermo ancor più sottile), resta il componente più
costoso (circa 80 dollari pari al 43% del costo di produzione complessivo).
Samsung resta invece la società produttrice del processore A5 mentre la memoria
flash sembrano realizzate da altre società sud coreane e giapponesi.

Da sottolineare che nei colacoli di IHS non è considerato l'assemblaggio dell'iPad mini, che costa 10 dollari.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here